Giornale dei Navigli > Cronaca > La Polizia di Stato ferma un 23enne per rapina. VIDEO
Cronaca Naviglio grande -

La Polizia di Stato ferma un 23enne per rapina. VIDEO

Individuato grazie alle immagini della videosorveglianza

rapina

La Polizia di Stato ferma un 23enne per rapina.

La Polizia di Stato ferma un 23enne per rapina

Ieri sera, gli agenti del Commissariato di Porta Ticinese hanno fermato un cittadino marocchino di 23 anni per rapina aggravata in concorso con altri soggetti, commessa in via Gola, all’interno dei giardini condominiali di uno stabile.

Il fatto

Lo scorso 4 agosto, un cittadino marocchino di 50 anni era entrato all’interno del parco condominiale di uno stabile in via Gola, zona Navigli, probabilmente anche per acquistare droga, e, secondo quanto riferito agli inquirenti, era stato avvicinato da tre suoi connazionali i quali dopo averlo colpito con calci e pugni gli avevano sottratto l’orologio

Le immagini

#Milano, la #Polizia di Stato ferma un 23enne per rapina.

#Milano, la #Polizia di Stato ferma un 23enne per rapina.Ieri sera, gli agenti del #Commissariato Porta Ticinese hanno fermato un cittadino marocchino di 23 anni per rapina aggravata in concorso con altri soggetti commessa in via Gola all’interno dei giardini condominiali di uno stabile.Lo scorso 4 agosto, un cittadino marocchino di 50 anni è entrato all’interno del parco condominiale di uno stabile in via Gola, probabilmente anche per acquistare #droga, e, secondo quanto riferito in denuncia, è stato avvicinato da tre suoi connazionali i quali l’hanno colpito con calci e pugni per rapinarlo dell’orologio. I #poliziotti, dopo aver acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza, hannorintracciato e fermato uno dei tre responsabili. #EsserciSempre

Publiée par Questura di Milano sur Mercredi 8 août 2018

 

I poliziotti, dopo aver acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza, hanno rintracciato e fermato uno dei tre responsabili.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente