Giornale dei Navigli > Cronaca > Insulti e minacce di morte all’assessore Paola Battaglia: arrestato stalker
Cronaca Rozzano -

Insulti e minacce di morte all’assessore Paola Battaglia: arrestato stalker

Si tratta di un 54enne residente a Pieve Emanuele

arrestato stalker

Insulti e minacce di morte all’assessore Paola Battaglia: arrestato stalker.

Insulti e minacce di morte all’assessore Paola Battaglia: arrestato stalker

PIEVE EMANUELE – Gli atti persecutori continuavano da due anni.

Gli atti persecutori

L’uomo, più volte al giorno, attraversava la strada, si presentava davanti all’appartamento dell’assessore ai Servizi sociali Paola Battaglia, e iniziava a urlarle contro insulti, offese, frasi a sfondo sessuale e persino minacce di morte. Un comportamento che andava avanti da due anni e che aveva gettato l’assessore in uno stato d’animo di paura e angoscia. Viveva nel terrore, ogni volta che usciva o rientrava a casa.

Il precedente

Lo stalker, che abitava a neanche 150 metri dalla casa dell’assessore, si era reso già responsabile di atti persecutori nei confronti del sindaco Paolo Festa.

L’azione dei carabinieri

I carabinieri di Pieve Emanuele, guidati dal luogotenente Massimiliano Marra, sono riusciti a beccarlo in flagrante: dopo averlo pedinato e in seguito ad attente indagini per poterlo cogliere sul fatto, i militari sono riusciti a mettergli le manette e a porre fine ai timori dell’assessore, costretta a vivere ogni giorno con una paura costante. Il 54enne residente a Pieve (libero vigilato) è stato portato al carcere di San Vittore.

F.G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente