Giornale dei Navigli > Cronaca > Incidente mortale sulla Vigevanese, chi era la vittima
Cronaca Corsico -

Incidente mortale sulla Vigevanese, chi era la vittima

Un particolare inquietante: il guidatore dell’Audi si è dato alla fuga a piedi dopo l’impatto.

incidente mortale

Incidente mortale sulla Vigevanese, chi era la vittima.

Incidente mortale sulla Vigevanese, chi era la vittima

CORSICO – Lo scontro è stato violentissimo: l’impatto con l’Audi A3 grigia lungo la Strada Vecchia Vigevanese non gli ha lasciato scampo. È stato sbalzato dalla sella, il casco è finito sull’asfalto. Poi, il colpo alla testa.

Hanno provato con tutte le forze a rianimarlo

Le condizioni sono apparse subito molto gravi, i soccorritori ci hanno provato con tutte le forze a rianimarlo, l’hanno portato al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo con le manovre di rianimazione in atto, per fargli ripartire il cuore. Ci hanno provato anche i medici, ma non c’è stato nulla da fare. Davide Oppes, 45 anni, di professione autista, originario di Alghero ma residente a Zelo Surrigone, non ce l’ha fatta. È morto pochi minuti dopo l’arrivo in ospedale: a nulla sono valsi i tentativi di salvargli la vita, le ferite erano troppo gravi.

La fuga a piedi dell’automobilista

Alla tragedia si aggiunge un particolare inquietante: il guidatore dell’Audi si è dato alla fuga a piedi dopo l’impatto. Dalle primissime ricostruzioni, all’origine dell’incidente ci sarebbe un sorprasso da parte del motociclista, ma saranno le indagini della polizia locale e dei carabinieri a chiarire ogni dettaglio della vicenda. I primi controlli sono stati avviati per verificare il proprietario dell’auto che pare sia un 54enne, forse un prestanome: la macchina probabilmente non aveva il permesso di circolare. Gli accertamenti sono ancora in corso.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente