Giornale dei Navigli > Cronaca > Gioco d’azzardo, multati due locali che avevano le slot machine accese
Cronaca Corsico -

Gioco d’azzardo, multati due locali che avevano le slot machine accese

Verifiche su 95 esercizi pubblici che gestiscono 512 apparecchi che erogano vincite in denaro.

multati due locali

Gioco d’azzardo, multati due locali che avevano le slot machine accese.

Gioco d’azzardo, multati due locali che avevano le slot machine accese

CORSICO – Sono stati sanzionati perché avevano le macchinette dei videopoker accese, nonostante il divieto firmato dal sindaco Filippo Errante che, attraverso un’ordinanza, blocca il funzionamento delle macchinette in tre fasce orarie (alle 7.30 alle 9.30, dalle 12 alle 14.30 e dalle 19 alle 21).

I controlli della Polizia Locale

La polizia locale, impegnata nei controlli serali, in particolare per monitorare la viabilità sanzionando i trasgressori al volante, ha beccato due locali che non avevano osservato l’ordinanza facendo scattare per i gestori la multa. I controlli sull’effettivo rispetto della normativa sono severi (multe da 100 a 500 euro) e capillari, con verifiche su 95 esercizi pubblici che gestiscono 512 apparecchi che erogano vincite in denaro.

Il Piano di zona

Il provvedimento per bloccare le macchinette in tre fasce orarie è stato firmato anche dai comuni di Assago, Buccinasco, Cesano Boscone, Cusago e Trezzano, nell’ambito del progetto di contrasto al gioco d’azzardo patologico del Piano di zona #gioco@perdere. Un tema che sta a cuore anche alla Regione, almeno dallo stanziamento di 719mila euro per la lotta alla ludopatia, da destinare ai comuni per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo.

FG

Leggi anche Lotta dura al gioco d’azzardo: stop alle slot per oltre 6 ore al giorno

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente