Giornale dei Navigli > Cronaca > Arrestato dalla Polizia Locale dopo un furto in Galleria ad un negozio di lusso
Cronaca Naviglio grande -

Arrestato dalla Polizia Locale dopo un furto in Galleria ad un negozio di lusso

Il fermato è un ragazzo serbo che ha agito con una complice che è riuscita a fuggire

furto in galleria

Arrestato dalla Polizia Locale dopo un furto in Galleria ad un negozio di lusso.

Arrestato dalla Polizia Locale dopo un furto in Galleria ad un negozio di lusso

MILANO – Prima ha nascosto sotto la giacca una borsa da quasi 4mila euro, poi ha piegato una pelliccia che ne costava 12mila e ha provato a rubarla da un negozio di alta moda in Galleria Vittorio Emanuele, intorno alle 13 di martedì.

La dinamica

Si è presentato nel negozio firmato ben vestito, accompagnato da una complice. Ma la security del negozio ha notato movimenti strani, immortalati dalle telecamere interne. L’uomo, un 29enne di origine serba, aveva anche un jammer, uno di quei dispositivi che non fa suonare gli apparecchi posizionati in uscita dei negozi per rilevare furti o comunque la merce che ha ancora attaccato il cartellino antitaccheggio.

L’intervento della security

Quando la coppia ha provato a uscire dal negozio di lusso, le guardie hanno cercato di fermarli ma il ladro, raggiunto da uno degli uomini della security, gli ha sferrato un pugno in faccia.

L’arresto da parte della polizia locale

La complice è riuscita a scappare, mentre il serbo è stato raggiunto dagli uomini del Plotone d’onore della polizia locale, gli agenti che pattugliano il centro di Milano in alta uniforme. I ghisa hanno arrestato il 29enne con l’accusa di rapina impropria. La merce di valore è stata restituita al negozio.

 

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente