Giornale dei Navigli > Cronaca > Furto al Centro Anziani Cabassina: “Siamo disperati, ci hanno portato via tutto”
Cronaca Corsico -

Furto al Centro Anziani Cabassina: “Siamo disperati, ci hanno portato via tutto”

“La zona è ormai in pieno degrado – denuncia Bove – qui non viene più nessuno, solo vandali a fare danni”.

Furto al Centro Anziani

Furto al Centro Anziani Cabassina: “Siamo disperati, ci hanno portato via tutto”.

Furto al Centro Anziani Cabassina: “Siamo disperati, ci hanno portato via tutto”

CORSICO – “Ci hanno rubato tutto, persino le monetine, i centesimi che avevamo conservato per farli cambiare e metterli nel fondo cassa. Siamo disperati”. Il presidente del circolo anziani Cabassina, Generoso Bove, racconta abbattuto quello che è successo nella notte nella sede della loro associazione, all’interno del parco Cabassina, già vittima di vandali che hanno ridotto la zona in pieno degrado.

Ora è toccato alla sede del circolo anziani

I ladri si sono infilati nell’edificio nella notte: hanno spaccato le inferriate di una finestra nel bagno delle donne e uno dei ladri, il più esile, è riuscito a infilarsi all’interno dell’apertura. Poi, ha aperto la porta d’ingresso per far entrare i complici. “Hanno devastato tutto, aperto ogni cassetto, ogni sportello. Tutti i fogli per aria, hanno rubato tutti i soldi che stavamo raccogliendo dalle lotterie e dai pranzi, per finanziare le nostre attività. Non hanno avuto scrupoli: hanno rubato tutto”, ricorda Bove. Anche un pc e una macchina per la magnetoterapia che gli anziani avevano faticosamente acquistato.

Mille euro solo di contanti

Quasi mille euro i contanti portati via, “aspettavo la nostra segretaria che è ammalata per consegnarli”, afferma il presidente, e duemila euro il costo della macchina usata dai soci per i trattamenti. “Hanno persino aperto la cassetta dei medicinali, gli armadietti dove conserviamo le pentole e l’attrezzatura. Non hanno risparmiato nulla”.

Nessun allarme, nessuna telecamera

Non sarà facile per le forze dell’ordine trovare i colpevoli, ma gli agenti della polizia locale e i carabinieri sono sulle tracce di qualsiasi indizio utile. “La zona è ormai in pieno degrado – denuncia Bove – qui non viene più nessuno, solo vandali a fare danni”. E anche il guardiano che vive all’interno del parco, pare non segua più il compito iniziale, ma si goda da anni, indisturbato, la permanenza nella casetta.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente