Giornale dei Navigli > Cronaca > Furgone contromano incidente in Tangenziale: quattro feriti, due gravi
Cronaca San Donato Sud Milano -

Furgone contromano incidente in Tangenziale: quattro feriti, due gravi

Traffico paralizzato: si sono create code lunghe chilometri sulla tangenziale.

Furgone contromano

Furgone contromano incidente in Tangenziale: quattro feriti, due gravi.

Furgone contromano incidente in Tangenziale: quattro feriti, due gravi

MELEGNANO – Una fuga finita sulla tangenziale, in contromano. Sarebbe questa l’origine del grave incidente che è avvenuto poco dopo le 16 sul tratto della Tangenziale Ovest tra Melegnano e Viboldone. Il furgone (forse un portavalori, ma la dinamica è ancora incerta) con a bordo un uomo e una donna in fuga ha preso contromano l’A1 finendo contro un camion dove si trovavano diversi operai.

Cinque ambulanze e un’automedica sul posto

Sul posto sono state inviate cinque ambulanze e un’automedica: il personale del 118 ha stabilizzato sul posto alcuni feriti ma i soccorsi sono ancora in fase di svolgimento in quanto la situazione si è rivelata più grave di quanto sembrava inizialmente. Per ora, le primissime informazioni parlano di almeno quattro feriti, tra cui un uomo di 29 anni e uno di 57.

Vigili del fuoco per estrarre dalle lamiere i feriti

Sul posto anche i vigili del fuoco che stanno estraendo dalle lamiere le persone coinvolte nel violentissimo impatto. Due operai sarebbero in gravi condizioni: i mezzi coinvolti si sono accartocciati finendo in un cumulo di lamiere. Sul posto anche la Polstrada che sta procedendo con tutti i rilievi per chiarire l’esatta dinamica dell’incidente. Traffico paralizzato: si sono create code lunghe chilometri sulla tangenziale.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente