Giornale dei Navigli > Cronaca > Falsi siti vendite online: truffa per oltre un milione di euro
Cronaca Naviglio grande -

Falsi siti vendite online: truffa per oltre un milione di euro

Protagonisti tre ex dipendenti di una nota società attiva nella vendita di abbigliamento di alta moda.

Falsi siti vendite online

Falsi siti vendite online: truffa per oltre un milione di euro.

Falsi siti vendite online: truffa per oltre un milione di euro

MILANO – Rinvio a giudizio per tre ex dipendenti di una nota società attiva nelle vendite online di abbigliamento di alta moda. L’accusa è frode informatica aggravata dall’abuso di prestazione d’opera e conseguente danno patrimoniale.

Finti siti internet su cui venivano deviati gli ordini

Le indagini dei finanzieri della Sezione di Polizia Giudiziaria del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Milano, nate da una denuncia presentata dalla medesima società, hanno permesso di appurare la creazione da parte dei tre indagati di finti siti internet ai quali sono stati attribuiti ingenti ordinativi effettuati dai clienti direttamente sulla piattaforma dell’azienda truffata.

I dipendenti infedeli dell’azienda hanno incassato oltre un milione di euro

Il meccanismo era reso possibile grazie a un’alterazione del sistema informatico aziendale che ha assicurato, dal 2014 al 2018, la percezione di indebite commissioni che provenivano dai finti siti, per un valore complessivo intascato dai tre truffatori, dipendenti infedeli dell’azienda, di oltre un milione di euro. Le somme accumulate sono poi confluite su conti correnti italiani, tedeschi e del Belize.

Bloccata la truffa

L’indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Eugenio Fusco e dal sostituto procuratore Paola Pirotta, ha consentito di bloccare la truffa e il pagamento di ulteriori commissioni non dovute e di recuperare il denaro ancora giacente sui conti correnti: circa 170mila euro. La tempestività delle indagini, frutto di una sinergia tra il pool Reati Informatici della Procura della Repubblica e la Guardia di Finanza, ha consentito inoltre di agevolare le azioni risarcitorie a favore della società danneggiata.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente