Giornale dei Navigli > Cronaca > Discoteca abusiva in via Colombo, denunciati i responsabili
Cronaca Corsico -

Discoteca abusiva in via Colombo, denunciati i responsabili

“La legge va rispettata”, dice il sindaco Filippo Errante. 14 gli agenti intervenuti nell'ambito del piano Smart di sabato sera.

discoteca abusiva

Discoteca abusiva in via Colombo, denunciati i responsabili.

Discoteca abusiva in via Colombo, denunciati i responsabili

CORSICO – “La legge va rispettata”, dice il sindaco Filippo Errante che dà annuncio, su Facebook, della chiusura di una discoteca abusiva in via Cristoforo Colombo, zona industriale di Corsico al di là del Naviglio, spesso dimenticata.

Nessuna autorizzazione

“Nessuna licenza, nessuna autorizzazione, nessuna comunicazione dell’apertura – scrive sul social il primo cittadino –. Al momento del controllo nella discoteca erano presenti oltre 150 persone tra l’interno e l’esterno. I responsabili, tutti sudamericani, sono stati identificati e diffidati a proseguire l’attività. Tra di loro – prosegue Errante – non ci sono pregiudicati. Sono in corso accertamenti amministrativi per procedere con le relative sanzioni.

Operazione del Piano smart

Quando sono andato sul posto con 14 agenti, c’era un viavai continuo e aspettavano anche una famosa cantante peruviana. Gli abbiamo rovinato la festa?”. L’operazione di chiusura del locale abusivo si inserisce all’interno del piano Smart che sabato sera ha coinvolto Milano e diversi comuni dell’hinterland dove le forze dell’ordine hanno effettuato circa 4mila controlli.

Sempre a Corsico: rissa nel centro storico

“La legge vale per tutti”, il sindaco lo ribadisce su un altro fatto di cronaca che racconta sempre usando i social: una rissa, domenica mattina, nel centro storico, “tra due tunisini e un egiziano. Tutti e tre con precedenti penali – indica il primo cittadino –. Due di loro, un egiziano e un tunisino, avrebbero aggredito alle spalle un altro, sempre originario di Tunisi, mentre stava facendo colazione con la moglie. Però hanno avuto la peggio: entrambi in ospedale. Tutti sono stati denunciati per rissa. Sul posto, oltre alla nostra polizia locale, è intervenuta una macchina da Cesano, nell’ambito della convenzione di mutuo soccorso prevista per la domenica”.

“Chi, straniero, vive in Italia deve rispettare le leggi italiane”

Il sindaco prosegue e si rivolge agli stranieri che popolano Corsico: “Adesso basta. Chi, straniero, vive in Italia deve rispettare le leggi italiane. Sono inaccettabili le risse, soprattutto in mezzo a tanta gente, con il rischio di fare male anche a chi non c’entra. Spero che i giudici ne tengano conto – si augura Errante – e diano una punizione esemplare”.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente