Giornale dei Navigli > Cronaca > Con la croce in spalla dal Papa, attacca il sindaco Agogliati: “M…a, ti abbiamo comprato noi i voti”
Cronaca Rozzano -

Con la croce in spalla dal Papa, attacca il sindaco Agogliati: “M…a, ti abbiamo comprato noi i voti”

Al centro della polemica una foto postata sui social.

croce in spalla

Con la croce in spalla dal Papa, attacca il sindaco Agogliati: “M…a, ti abbiamo comprato noi i voti”.

Con la croce in spalla dal Papa, attacca il sindaco Agogliati: “M…a, ti abbiamo comprato noi i voti”

ROZZANO – Con la croce in spalla sta attraversando l’Italia per raggiungere Roma e incontrare Papa Francesco.

Gennaro Speria di Area 51

Un sacrificio, una redenzione dopo aver “commesso errori, ma ho pagato i miei debiti con la giustizia”, ha commentato Gennaro Speria che a Rozzano aveva dato vita all’Area 51, l’officina-sociale per dare accoglienza e lavoro ai giovani disagiati e dalla vita difficile. Speria non aveva nascosto un appoggio all’ex sindaco Massimo D’Avolio, sempre ringraziato pubblicamente per aver aiutato la sua realtà a crescere.

Insulti e accuse pesanti nei confronti della candidata sindaco

Ora, Speria in viaggio verso il Papa, diffonde sui social un messaggio pesante contro la candidata alla poltrona di sindaco Barbara Agogliati (Pd): “Sono incazzato nero, ma come c..o ti permetti, brutta m..a, vattene a fan… tu e quei quattro scemi che ti hanno votato, mer..a. te ne devi andare da Rozzano”.

Al centro della polemica una foto postata sui social

A scatenare la rabbia di Speria, una foto pubblicata dal sindaco davanti a un’officina: “Le hanno chiesto se era l’Area 51 e ha risposto mica è di un tatuato”, commenta Speria, che tira fuori frasi pesanti oltre agli insulti: “Ti abbiamo votato, ti abbiamo comprato i voti per farti diventare sindaco”, e prosegue: “vai a togliere quel post o ti denuncio, vuoi infangarmi, sto facendo i sacrifici, sto andando a piedi a Roma. Tatuato, a me? È colpa di Massimo – D’Avolio, ex sindaco, ndr – che mi ha detto di votare te, mi hai rovinato la vita, mi avevi promesso il capannone – quello dell’officina Area 51 –. Come ti permetti di dire davanti a un’officina che non è di un tatuato. Fai schifo, grazie a me sei salita”.

La replica di Barbara Agogliati

Agogliati usa lo stesso mezzo, un video sui social, per replicare: “Siamo quasi alla fine della campagna elettorale che ho cercato di impostare sulle proposte, a differenza di altri candidati. Ora sono arrivate le minacce. Non mi faccio intimidire, chi usa le minacce non sarà mai un mio sostenitore e io non lo sosterrò mai. Spero che la gente di Rozzano capisca che questo non è il cambiamento che vogliamo. Andiamo avanti, non ci facciamo intimidire”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente