Giornale dei Navigli > Cronaca > Chiesto il processo per omicidio stradale per Michele Bravi
Cronaca Naviglio grande Sud Milano -

Chiesto il processo per omicidio stradale per Michele Bravi

Nell’incidente avvenuto lo scorso 22 novembre una donna aveva perso la vita.

Michele Bravi

Chiesto il processo per omicidio stradale per Michele Bravi.

Chiesto il processo per omicidio stradale per Michele Bravi

MILANO – Chiesto dalla Procura di Milano il rinvio a giudizio per il cantante Michele Bravi che dovrà rispondere di omicidio stradale per l’incidente avvenuto lo scorso 22 novembre.

L’incidente dello scorso novembre

Il cantante 24enne aveva fatto una manovra azzardata al volante della sua macchina, investendo una donna di 58 anni in sella alla sua moto. Bravi, alla guida di una macchina del servizio car sharing, secondo la ricostruzione degli agenti della polizia locale, avrebbe fatto un’inversione pericolosa in via Chinotto. La donna, in sella a una Kawasaki, non ha fatto in tempo a frenare: l’impatto è stato violentissimo e per la motociclista non c’era stato nulla da fare. Per la difesa, tuttavia, Bravi non stava girando nella corsia opposta, ma stava svoltando a sinistra per entrare in un passo carraio.

Processo al via il 5 dicembre

Nelle indagini chiuse ad aprile, il pm Alessandra Cerreti aveva disposto anche una consulenza cinematica per ricostruire ogni dettaglio della vicenda. L’udienza preliminare per Bravi, che aveva subito espresso “profondo dolore” e aveva annullato tutti gli impegni professionali, inizierà il 5 dicembre, davanti al gup Luigi Gargiulo.

LEGGI ANCHE:

Disposta una perizia per l’incidente mortale provocato da Michele Bravi

 Michele Bravi alla guida in un incidente mortale. Sono sconvolto, annullo i concerti

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente