Giornale dei Navigli > Cronaca > Colpisce in testa la compagna con un tacco, i carabinieri scoprono sei anni di violenze
Cronaca Corsico -

Colpisce in testa la compagna con un tacco, i carabinieri scoprono sei anni di violenze

I militari sono riusciti a bloccare il compagno prima che potesse darsi alla fuga.

sei anni di violenze

Colpisce in testa la compagna con un tacco, i carabinieri scoprono sei anni di violenze.

Colpisce in testa la compagna con un tacco, i carabinieri scoprono sei anni di violenze

CORSICO – Non aveva mai avuto il coraggio di denunciare le violenze continue, sei anni di umiliazioni, minacce e botte.

Avvicinata dai carabineri

A mettere fine all’ansia e all’angoscia che affrontava ogni giorno, ci hanno pensato i carabinieri di Corsico che l’hanno trovata seduta su un marciapiede, durante un normale servizio perlustrativo del territorio. Si sono fermati e l’hanno avvicinata, chiedendole cosa stava succedendo e se aveva bisogno di cure mediche. Hanno notato lo stato di agitazione: la donna, tra le lacrime, ha raccontato di essere stata aggredita dal compagno e immediatamente hanno chiamato un’ambulanza per farle prestare soccorso.

Ha trovato il coraggio di parlare

La 43enne, italiana, si è sentita protetta e ha trovato solo in quegli istanti il coraggio di parlare, di raccontare tutto ai militari. Il responsabile delle violenze è il convivente, 44enne, italiano, di professione tassista, dalla cui relazione sono nati due figli di 7 e 15 anni. Questa mattina, l’ennesimo episodio di violenza: il compagno l’ha picchiata e l’ha colpita in testa con il tacco di una scarpa, provocandole una profonda lesione.

L’intervento dei carabinieri

Il 44enne l’ha aggredita, come ha fatto tutti i giorni negli ultimi sei anni, davanti ai figli. La donna era costretta a vivere nel terrore, picchiata e minacciata continuamente. I carabinieri l’hanno aiutata a sfogarsi, a raccontare senza più paura le atroci violenze, nel frattempo l’hanno assicurata alle cure del personale medico dell’ospedale San Paolo: prognosi di 25 giorni per trauma cranico e trauma al torace dovuto alle percosse. I militari sono riusciti a bloccare il compagno prima che potesse darsi alla fuga e lo hanno immediatamente arrestato e portato nel carcere di San Vittore, lontano dalla donna.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente