Giornale dei Navigli > Cronaca > Cane sporca e la padrona non raccoglie: beccata dalle telecamere
Cronaca Cesano Boscone -

Cane sporca e la padrona non raccoglie: beccata dalle telecamere

Il sindaco Simone Negri lo aveva promesso: tolleranza zero per gli incivili.

cane sporca

Cane sporca e la padrona non raccoglie: beccata dalle telecamere.

Cane sporca e la padrona non raccoglie: beccata dalle telecamere

CESANO BOSCONE – “Stavolta il ricordino è quello che abbiamo lasciato noi a lei. E lo vogliamo lasciare a tanti in giro per Cesano”. Il sindaco Simone Negri (Pd) lo aveva promesso: tolleranza zero per gli incivili. A fiinire nei guai una donna immortalata dall’occhio elettronico installato in via Bramante mentre fa sporcare il suo cane senza raccoglierne le deiezioni.

Il sindaco Negri

“Via Bramante è una delle vie più tristemente note per il fenomeno delle deiezioni canine non raccolte – spiega Negri sui social –. Spesso alcuni padroni, pur muniti di sacchetto o paletta, negli orari in cui non c’è passaggio nella via, tarda serata e mattina presto, lasciano i ricordini dei loro cani sui marciapiedi o nelle aiuole”.

L’occhio elettronico

Un atto di grande inciviltà, soprattutto perché “l’immagine dei poveri bambini che devono fare lo slalom con le loro cartelle per raggiungere la scuola è deprimente”, aggiunge il primo cittadino. Ecco quindi arrivare il Grande Fratello contro gli incivili: “Anche se nelle vicinanze non c’è un vigile, in qualche angolo ci potrebbe essere una telecamera mobile nascosta che li sta scrutando – prosegue Negri –. Grazie a questo sistema proprio stamane abbiamo identificato e sanzionato una signora che nelle ultime due settimane è stata immortalata quotidianamente in questo atto di inviciltà”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente