Giornale dei Navigli > Cronaca > Cane nel Naviglio a Gaggiano, il padrone: “Grazie di cuore a chi mi ha aiutato”
Cronaca Trezzano -

Cane nel Naviglio a Gaggiano, il padrone: “Grazie di cuore a chi mi ha aiutato”

Il padrone del cane finito nel Naviglio sabato sera ricorda quegli istanti.

cane nel naviglio

Cane nel Naviglio a Gaggiano, il padrone: “Grazie di cuore a chi mi ha aiutato”.

Cane nel Naviglio a Gaggiano, il padrone: “Grazie di cuore a chi mi ha aiutato”

GAGGIANO – “Un gesto consapevole: avevo visto i ragazzi e i carabinieri e mi sentivo tranquillizzato dalla loro presenza. Mi sono buttato senza problemi”. Il padrone del cane finito nel Naviglio sabato sera ricorda quegli istanti e ci tiene a “ringraziare di cuore la coppia e il militare che sono intervenuti per aiutarmi e per tirarmi fuori dall’acqua. Hanno aiutato il mio cane a uscire e poi hanno tirato fuori me: a loro va tutta la mia riconoscenza”.

Ringo

Intorno alle 19, Ringo, un meticcio di taglia media, circa 15 chili di peso, finisce nel Naviglio. Il padrone, che insieme alla moglie e alla figlia lo ha appena adottato dal canile di San Giuliano, si tuffa in acqua per recuperarlo. “Quando mi hanno teso la mano per uscire dal corso d’acqua – ricorda – più che sotto choc ero affannato per aver nuotato velocemente e per tenermi fermo alla sponda in attesa che tirassero su il cane e me. Se poi aggiungiamo che è un mesetto che non nuoto e i miei 54 anni che si fanno sentire…”.

Silvia e Teofil

La coppia che ha aiutato il padrone di Ringo, Silvia Pelizza 29 anni e Teofil Budau 25, entrambi di Gaggiano, si è precipitata, seguita dalle loro cagnoline Jarvis e Pepper, anche loro protagoniste della vicenda perché “si sono accucciate a Ringo una volta fuori dall’acqua: tremava ed era spaventato”, ricorda Silvia. Una storia finita bene: sia il padrone che il cane stanno bene. “Grazie ancora a questi ragazzi e al carabiniere – ribadisce il 54enne –: senza di loro molto probabilmente non avrei trovato la forza per buttarmi”.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente