Giornale dei Navigli > Cronaca > Cane azzanna il padrone, poi ferisce due passanti intervenuti VIDEO
Cronaca Naviglio grande -

Cane azzanna il padrone, poi ferisce due passanti intervenuti VIDEO

Poco prima delle 22.30, il cane, un pitbull giovane, lo ha afferrato al braccio con i denti.

Cane azzanna

Cane azzanna il padrone, poi ferisce due passanti intervenuti per aiutarlo.

Cane azzanna il padrone, poi ferisce due passanti intervenuti per aiutarlo

MILANO – Ancora da chiarire cosa abbia fatto scattare il cane per aggredire il padrone, morso al braccio lunedì sera. Il proprietario, un 35enne, si trovava in via Giacomo Quarenghi, vicino all’area verde in zona Bonola, periferia nord-ovest di Milano.

Il grido di aiuto

Poco prima delle 22.30, il cane, un pitbull giovane, si è scagliato con violenza sul padrone e lo ha afferrato al braccio con i denti. L’uomo ha iniziato a gridare aiuto e si si sono precipitati sul posto due passanti per aiutarlo, ma anche loro sono stati aggrediti dal cane che ha iniziato ad azzannare ogni cosa che gli è capitata sotto tiro. Per fortuna, i due passanti che hanno cercato di aiutare il padrone del cane, sono stati feriti in modo non grave e le condizioni non sono critiche.

Brutta ferita per il padrone del cane

Più grave, invece, il proprietario del cane, che ha riportato una profonda ferita al braccio. Medicato e stabilizzato sul posto dai soccorritori inviati dalla centrale operativa del 118, intervenuti con due ambulanze e un’automedica, è stato poi portato di corsa al pronto soccorso dove i medici lo hanno preso in cura. Sul posto anche la polizia locale e i vigili del fuoco che sono riusciti a bloccare il cane e lo hanno trattenuto fino all’arrivo del veterinario.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente