Giornale dei Navigli > Cronaca > Bus gita scolastica bloccato, parla l’azienda: “Accanimento dei genitori”
Cronaca Rozzano -

Bus gita scolastica bloccato, parla l’azienda: “Accanimento dei genitori”

"Diffuso allarmismo un'altra volta, la polizia locale allora non potè contraddire le richieste del sindaco".

bus gita bloccato

Bus della gita scolastica bloccato, parla l’azienda: “Accanimento dei genitori”.

Bus della gita scolastica bloccato, parla l’azienda: “Accanimento dei genitori”

ROZZANO – “Una campagna denigratoria, con la diffusione da parte di alcuni genitori della scuola primaria di via Mincio di notizie inveritiere e diffamatorie ai danni dell’azienda”. Lo scrive il legale della Autoservizi Vajolet, l’azienda finita al centro delle cronache per presunte irregolarità dei mezzi di trasporto.  Qualche giorno fa, il bus che doveva accompagnare i bambini in gita scolastica, è stato bloccato (è intervenuta anche la polizia locale) perché “aveva le gomme lisce e il parabrezza crepato”, hanno riportato i genitori preoccupati.

I fatti, spiegati dall’azienda

Ma Autoservizi Vajolet ci tiene a dare la sua versione dei fatti: “Martedì 9 aprile era prevista una gita di istruzione per le classi terze della primaria di via Mincio. L’azienda ha messo a disposizione della scuola il proprio autobus Ayats Bravo da 84 posti, a due piani. Pochi giorni prima il parabrezza dell’autobus era stato colpito da un sasso mentre viaggiava, riportando una lieve scheggiatura. L’azienda aveva immediatamente ordinato la sostituzione del cristallo che tuttavia non sarebbe stato disponibile prima di una decina di giorni. Per la data del 9 aprile non aveva altri mezzi a disposizione con la medesima capacità. La scheggiatura era davvero modesta e non comprometteva la visuale dell’autista e men che meno la sicurezza del mezzo (la fotografia rende evidente questo aspetto). Per tale ragione, per evitare di annullare la gita, la Autoservizi ha inviato il mezzo alla scuola come concordato”.

“Le gomme erano in perfetto stato”

“Hanno insistito per chiamare la polizia locale la quale, tuttavia, ha confermato che le gomme del veicolo erano in perfetto stato e nulla ha potuto contestare all’azienda. La Autoservizi Vajolet, infatti, fa eseguire controlli mensili sullo stato delle gomme di tutti i propri mezzi dall’azienda Rigomma, con la quale ha in corso un contratto di manutenzione proprio al fine di garantire la massima sicurezza ai propri clienti e al proprio personale. Lo stesso titolare dell’azienda, Massimo Piersigilli, effettua personalmente diversi servizi di trasporto, soprattutto con le scolaresche, ed è pertanto particolarmente attento alla sicurezza dei mezzi sui quali lui stesso presta servizio. lo stesso autobus fornito alla scuola di via Mincio era stato utilizzato pochi giorni prima presso la stessa scuola. anche in quella occasione la polizia municipale ha effettuato i controlli di routine e il mezzo era risultato perfettamente idoneo. è inverosimile, pertanto, che in appena 5 giorni il veicolo si sia usurato a tal punto da non risultare idoneo alla circolazione.

“Allarme immotivato”

L’accanimento dei genitori della scuola di via Mincio appare davvero sospetto. Anche l’episodio dello scorso anno era stato generato da un allarme del tutto immotivato. Anche allora gli pneumatici erano perfettamente in regola e presentavano dei semplici difetti estetici dovuti alla lavorazione della gomma, come accertato dalla perizia fatta eseguire. Anche in detta occasione, tuttavia, diversi genitori hanno preteso l’intervento della polizia municipale, la quale, una volta intervenuta, non aveva potuto contraddire le richieste del sindaco di Rozzano che a quanto pare ha un figlio o un nipote che frequenta la scuola in questione che era presente sul posto anche in quella occasione e chiedeva insistentemente la sostituzione del mezzo”.

FG

LEGGI ANCHE

  “Questo pullman non può viaggiare”: genitori bloccano gita scolastica

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente