Giornale dei Navigli > Cronaca > Autobus incendiato, la Procura chiede il rito immediato per l’autista
Cronaca Naviglio grande San Donato Sud Milano -

Autobus incendiato, la Procura chiede il rito immediato per l’autista

Il capo del pool antiterrorismo di Milano ha chiesto di farlo rimanere in carcere con l’accusa principale di strage aggravata.

autobus incendiato

Autobus incendiato, la Procura chiede il rito immediato per l’autista.

Autobus incendiato, la Procura chiede il rito immediato per l’autista

SAN DONATO MILANESE – Rito immediato per Ousseynou Sy. È quanto chiede la Procura di Milano che punta a saltare la fase dell’udienza preliminare per l’autista dell’autobus che lo scorso 20 marzo ha sequestrato il pullman con a bordo 51 bambini, due insegnanti e una collaboratrice, con l’intenzione di dirigersi verso l’aeroporto e dare fuoco al mezzo. L’uomo aveva poi detto di voler vendicare le morti in mare, ma le giustificazioni del 47enne non avevano convinto, considerate come “maldestri tentativi di modificare la realtà”.

L’accusa principale: strage aggravata dalla finalità terroristica

Anzi, il capo del pool antiterrorismo di Milano, Alberto Nobili, ha chiesto di farlo rimanere in carcere con l’accusa principale di strage aggravata dalla finalità terroristica. Gli inquirenti stanno ascoltando in questi giorni le testimonianze di bambini e adulti che hanno vissuto attimi drammatici prima di riuscire a fuggire dal mezzo, grazie all’aiuto dei carabinieri. Nelle prossime settimane, dopo aver effettuato tutti i rilievi e gli approfondimenti, sarà inoltrata al gip Tommaso Perna la richiesta del processo con rito immediato.

FG

LEGGI ANCHE

 Bus sequestrato: le terribili immagini dei bambini che scappano mentre l’autista tenta la fuga

 Chi è Ousseynou Sy, autista autobus in fiamme che aveva pianificato il sequestro

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente