Giornale dei Navigli > Cronaca > Auto contro mezzo Atm: sei feriti, una 42enne in condizioni gravissime
Cronaca Buccinasco Corsico Naviglio grande -

Auto contro mezzo Atm: sei feriti, una 42enne in condizioni gravissime

L'incidente è avvenuto questa mattina pochi minuti prima delle 8.

Auto contro mezzo Atm

Auto contro mezzo Atm: sei feriti, una 42enne in condizioni gravissime.

Auto contro mezzo Atm: sei feriti, una 42enne in condizioni gravissime

MILANO – Traffico paralizzato lungo il cavalcavia Pietro Giordani, per diverse centinaia di metri. La causa è da ricondurre a un incidente avvenuto questa mattina pochi minuti prima delle 8.

Sei persone coinvolte: le condizioni

Sul posto sono intervenute immediatamente quattro ambulanze e un’automedica per soccorrere le sei persone coinvolte, tra cui due bambini di 5 e 6 anni. Con la mamma, una 42enne, sono stai portati in codice giallo all’ospedale San Carlo, l’autista del mezzo pesante, un 40enne, si trova al San Paolo in codice verde, mentre  un uomo di 54 anni ha rifiutato il trasporto. Gravissime le condizioni di una donna di 42 anni, portata in codice rosso al Policlinico.

Dinamica ancora in fase di ricostruzione

Immediato l’intervento anche dei vigili del fuoco e della polizia locale che sta provvedendo a gestire il traffico che si è creato e a mettere in sicurezza l’area. L’esatta circostanza dell’incidente è ancora in fase di ricostruzione. Un’auto, per cause ancora in fase di accertamento, è andata a sbattere contro un mezzo Atm, un pullman, per fortuna vuoto al momento dell’impatto. Sarà la relazione degli agenti della polizia locale a ricostruire l’esatta dinamica dello scontro. Il traffico sta registrando pesanti rallentamenti: le macchine sono ferme da oltre un’ora.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente