Giornale dei Navigli > Cronaca > Assalto al bancomat delle Poste, l’appello del sindaco: “Aiutateci a trovare i responsabili”
Cronaca Buccinasco -

Assalto al bancomat delle Poste, l’appello del sindaco: “Aiutateci a trovare i responsabili”

Chiunque abbia informazioni che possano contribuire a individuare i responsabili, si metta in contatto con i carabinieri.

Assalto al bancomat delle Poste, l’appello del sindaco: “Aiutateci a trovare i responsabili”. Foto di Alberto Schiavone da Facebook

Assalto al bancomat delle Poste, l’appello del sindaco: “Aiutateci a trovare i responsabili”

BUCCINASCO – “Un fatto gravissimo all’Ufficio postale cittadino.

Le indagini

Ci affidiamo alle forze dell’ordine, già al lavoro per individuare i responsabili: oltre alle telecamere dell’ufficio postale, i militari hanno a disposizione tutte le registrazioni dei nostri occhi elettronici posti ai varchi della città. Noi intanto stiamo lavorando per completare la cablatura del territorio e mettere così a disposizione della città e degli edifici pubblici altra strumentazione”.

L’episodio

Il sindaco Rino Pruiti commenta così la notizia dell’esplosione all’ufficio postale di via Eleonora Duse, dove i ladri hanno usato il gas per smurare la cassaforte e provare a portarla via. Provare, appunto, perché alla vista dei carabinieri, intervenuti in pochi istanti, i ladri hanno lasciato semiaperta la cassaforte e ancora piena di soldi, per poi darsi alla fuga.

L’appello

“Chiunque abbia informazioni che possano contribuire a individuare i responsabili, si metta in contatto con i carabinieri: a loro il compito di indagare su quanto avvenuto tutelando la sicurezza di tutti noi cittadini”, lancia l’appello il primo cittadino.

LEGGI ANCHE : 

 Esplosione alle Poste: ladri fanno saltare il bancomat nella notte

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente