Giornale dei Navigli > Cronaca > Arrestati i ladri delle farmacie di Corsico
Cronaca Corsico -

Arrestati i ladri delle farmacie di Corsico

L'intensa attività investigativa dei carabinieri ha permesso di incastrare la coppia.

ladri delle farmacie

Arrestati i ladri delle farmacie di Corsico.

Arrestati i ladri delle farmacie di Corsico

CORSICO – Per incastrarli, hanno svolto un’attività di indagine dettagliata. I carabinieri della Compagnia di Corsico guidati dal capitano Pasquale Puca avevano già arrestato la coppia, G.P., 38 anni, e C.B., 29 anni (lui di Abbiategrasso ma residente a Corsico, come la compagna, di origini biellesi), il 10 maggio: li avevano beccati subito dopo le tre rapine commesse ai danni delle farmacie del territorio.

Stesso modus operandi

Il modo di agire era sempre lo stesso: a bordo di uno scooter rubato, un Piaggio Liberty, con il volto coperto dal casco integrale, l’uomo minacciava i negozianti con una pistola giocattolo, privata del tappo rosso, o con altre armi, mentre la donna faceva il palo fuori dalla farmacia. Erano riusciti a rapinare la farmacia Sant’Adele, la Privata Internazionale e la Dante.

Nelle farmacie

Alla Dante, l’uomo era entrato con il volto coperto da un cappuccio e gli occhiali da sole, aveva puntato un coltello da cucina all’impiegata ed era scappato con oltre 2.500 euro. Alla Sant’Adele si era presentato con il casco integrale in testa e aveva portato via poche centinaia di euro, sempre minacciando il titolare. La donna, anche lei coperta in viso con il casco integrale, controllava la strada.

Tentato furto anche al Planet Win

Poi avevano provato anche il colpo al centro scommesse Planet Win, ma il ragazzo alla cassa aveva scoperto che la pistola era finta e aveva messo in fuga i ladri. Ora per la coppia che aveva seminato il panico in città è arrivata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere (già a San Vittore, continuano la detenzione).

La ricostruzione delle forze dell’ordine

Dopo un’intensa attività investigativa, i militari hanno potuto ricostruire il giro di rapine messe a punto dalla coppia. I carabinieri hanno ascoltato i testimoni e visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza, poi hanno analizzato i vestiti e gli oggetti sequestrati, riuscendo ad attribuire tutte le rapine alla coppia e mettendo fine al loro giro criminale.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente