Giornale dei Navigli > Cronaca > Ancora Spray al peperoncino a scuola: 14 studenti al Pronto soccorso
Cronaca Naviglio grande Sud Milano -

Ancora Spray al peperoncino a scuola: 14 studenti al Pronto soccorso

Sul posto 5 mezzi per soccorrere gli studenti con sintomi respiratori.

Spray al peperoncino

Ancora Spray al peperoncino a scuola: 14 studenti al Pronto soccorso.

Ancora Spray al peperoncino a scuola: 14 studenti al Pronto soccorso

Alle 11 si è registrata un’intossicazione da sostanze volatili in una scuola di Vobarno, nel Bresciano. All’Istituto superiore Perlasca, sembra che dei ragazzi abbiano usato lo spray al peperoncino nel corridoio della scuola in corrispondenza del punto ristoro.

Intossicazione

Come riporta il nostro quotidiano online BresciaSettegiorni.it, 19 studenti attorno ai 14 anni sono stati soccorsi nella scuola di Vobarno, nel Bresciano, non lontano da Salò. Fin da subito si è parlato di “intossicazione da sostanze volatili”, ma nel giro di poche ore, il quadro è stato più chiaro: alcuni ragazzi avevano spruzzato lo spray al peperoncino in una zona molto frequentata della scuola. Si tratta dell’area ristoro nel corridoio.

Ancora spray al peperoncino a scuola, cinque intossicati a Soncino

Soccorsi

Sul posto sono arrivati 5 mezzi di soccorso per soccorrere gli studenti con sintomi respiratori: 3 ragazzi risultano in codice giallo, 11 in verde e per tre adolescenti sono ancora in corso le valutazioni del caso. Sul posto sono stati chiamati anche i Carabinieri e i Vigili del fuoco.

GLI EPISODI PRECEDENTI

 Spray al peperoncino a scuola, 30 intossicati a Pavia

 Spray al peperoncino a scuola, tre studentesse finiscono in ospedale

 Spray al peperoncino a Saronno: 17 persone intossicate

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente