Giornale dei Navigli > Cronaca > Alberi abbattuti in via Salieri senza permesso: “Un errore dell’operatore”
Cronaca Buccinasco -

Alberi abbattuti in via Salieri senza permesso: “Un errore dell’operatore”

L'intervento doveva limitarsi alla potatura e all'abbattimento di circa una ventina di alberi.

alberi abbattuti

Foto di repertorio

Alberi abbattuti in via Salieri senza permesso: “Un errore dell’operatore”.

Alberi abbattuti in via Salieri senza permesso: “Un errore dell’operatore”

BUCCINASCO – Un errore. C’è molto da spiegare ma poco da commentare: il danno ormai è fatto, e si tratta di un danno importante.

60 alberi non avrebbero dovuto essere abbattuti

Una sessantina gli alberi abbattuti che, tuttavia, non avrebbero dovuto essere tagliati. In Comune, il panico. Non tanto per il danno economico, che sarà interamente ripagato dall’operatore del verde, quanto per quello morale, per il dispiacere di vedere tagliate piante sane, soprattutto a Buccinasco, dove il tema del verde è sentitissimo.

Dovevano abbattere 20 piante a fine vita

In via Salieri, i tecnici comunali avevano segnalato all’operatore incaricato degli abbattimenti, di intervenire su una ventina di alberi considerati dai tecnici “in sofferenza e a fine vita”, come spiega il sindaco Rino Pruiti. Ma l’operatore, inspiegabilmente, ha deciso di ignorare le disposizioni ricevute e di fare di testa sua, credendo forse che tutte le piante fossero malate: via una sessantina di alberi, abbattuti senza autorizzazione. Rabbia e incredulità da parte delle opposizioni, ma anche dal Comune che ha immediatamente avviato le procedure formali di contestazione alla società che si occupa delle potature e degli abbattimenti.

La ricostruzione della vicenda

La vicenda la ricostruisce il primo cittadino: “In via Salieri era necessario procedere con potature e alcuni abbattimenti, circa una ventina di alberi in sofferenza e a fine vita. L’operatore incaricato, però, senza alcuna autorizzazione da parte degli uffici e senza informarci delle sue intenzioni scellerate e incomprensibili, ha previsto abbattimenti che il Comune non riteneva affatto necessari e non aveva mai paventato di voler eseguire, tanto da aver chiaramente contrassegnato gli unici esemplari, una minima parte, da tagliare”.

“Danno ambientale gravissimo”

Per Pruiti (e non solo per lui), si tratta di un “danno ambientale gravissimo e che contesteremo in modo fermo e severo richiedendo un risarcimento anche morale e di immagine per la nostra comunità”. Non si sa ancora in che modo, ma il Comune annuncia provvedimenti molto seri. “Purtroppo però il danno è fatto – aggiunge il primo cittadino – ed è nostro dovere anche guardare subito avanti, procederemo immediatamente con un intervento per una generale riqualificazione dell’area: con il settore Ambiente avevamo già in programma nuove piantumazioni, ora procederemo con un progetto di riqualificazione ambientale più ampio, con alberi di alto fusto e altri interventi”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente