Giornale dei Navigli > Cronaca > Aggredisce la mamma e le devasta casa: arrestato dai carabinieri
Cronaca Corsico Sud Milano -

Aggredisce la mamma e le devasta casa: arrestato dai carabinieri

I vicini hanno sentito le urla e il fracasso provenire dall'appartamento della donna.

Aggredisce mamma

Aggredisce la mamma e le devasta casa: arrestato dai carabinieri.

Aggredisce la mamma e le devasta casa: arrestato dai carabinieri

CORSICO – L’atteggiamento aggressivo durava da qualche giorno. L’uomo, 40 anni, italiano e già conosciuto alle forze dell’ordine, rientrava a casa, dove si era trasferito con la madre dopo la rottura con la fidanzata, e iniziava ad aggredirla verbalmente e a minacciarla, prima di distruggere l’appartamento che condivideva con la mamma.

Atteggiamento violento da diversi giorni

Calci e pugni a mobili e arredi, fino a devastare l’intera abitazione. La donna, 64 anni, subiva da diversi giorni questo atteggiamento violento che l’aveva gettata in uno stato di ansia e paura, tanto da non riuscire a denunciare il figlio. Fino a ieri sera, quando i vicini hanno sentito le urla e il fracasso provenire dall’appartamento della donna e i carabinieri della Sezione Radiomobile sono intervenuti in pochi istanti, poco prima che il figlio potesse farle del male. Per fortuna, la donna è uscita incolume: non ha riportato ferite, solo molto spavento. I militari sono riusciti a farla sfogare, dopo essersi accertati delle sue condizioni di salute, e solo allora la 64enne ha confessato lo stato di malessere e timore che la perseguitava da tempo. l’uomo, arrestato, è stato portato al carcere di San Vittore.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente