Giornale dei Navigli > Cronaca > Accoltellato e sepolto in un campo a San Giuliano, in carcere 3 membri gang sudamericana
Cronaca San Donato -

Accoltellato e sepolto in un campo a San Giuliano, in carcere 3 membri gang sudamericana

Si tratta di tre uomini, tutti di nazionalità salvadoregna, di 22, 24 e 32 anni.

Accoltellato e sepolto in un campo

Accoltellato e sepolto in un campo a San Giuliano, in carcere 3 membri gang sudamericana.

Accoltellato e sepolto in un campo a San Giuliano, in carcere 3 membri gang sudamericana

SAN GIULIANO MILANESE – Apparterrebbe a Odir Ernesto Barrientos Tula il corpo ritrovato in un campo tra le cascine di via Rocca Brivio a San Giuliano Milanese. Secondo quanto si è appreso, l’omicidio sarebbe avvenuto più di una settimana fa. Il corpo è stato individuato dalla Squadra mobile di Milano nei giorni scorsi ma solo da qualche giorno è stata data notizia del ritrovamento.

La gang latinos

Si tratta di uno dei fondatori della Mara Salvatrucha, la gang di latinos conosciuta a Milano col nome di Ms13: Necio, questo era il soprannome del 34enne, originario di El Salvador, che stando a quanto appurato dalla Squadra Mobile guidata da Lorenzo Bucossi sarebbe stato ucciso nell’ambito di una faida intestina alla stessa pandilla. Ernesto Barrientos Tula era uscito di galera da un paio d’anni, dopo una condanna a 8 anni e 8 mesi per un tentato omicidio durante un faida tra la sua gang la Ms13 e alcuni membri della rivale Barrio 18, che provocò la perdita di un occhio a causa di una ferita da machete a uno dei rivali.

Fermati i tre responsabili dell’omicidio

I responsabili dell’omicidio sarebbero stati già individuati e fermati con l’accusa di omicidio in concorso aggravato dalla premeditazione e occultamento di cadavere: si tratta di tre uomini, tutti di nazionalità salvadoregna, di 22, 24 e 32 anni. I tre lo avrebbero prima ucciso con numerose coltellate al torace e poi seppellito: ad aiutarli ci sarebbe stato anche un quarto uomo che è stato invece iscritto nel registro degli indagati per favoreggiamento per avere accompagnato in auto i tre killer.

Un regolamento di conti

L’uomo sarebbe stato assassinato nell’ambito di un regolamento di conti tra appartenenti alla gang sudamericana MS13 che ha diramazioni anche in Italia e in particolare a Milano. A far scattare le indagini della polizia la denuncia di scomparsa del 34enne sporta dai suoi parenti.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente