Giornale dei Navigli > Cronaca > Abusivi occupano il primo piano della Cascina Robarello
Cronaca Corsico -

Abusivi occupano il primo piano della Cascina Robarello

La polizia locale in sinergia con l'ufficio tecnico ha eseguito ieri lo sgombero

cascina robarello

Abusivi occupano il primo piano della Cascina Robarello.

Abusivi occupano il primo piano della Cascina Robarello

CORSICO – Era stato creato un appartamento temporaneo, per soddisfare un’esigenza urgente di un anziano. Individuata poi una soluzione definitiva, con il ricovero della persona in una casa di riposo, i locali al primo piano della Cascina Robarello, sopra gli spazi un tempo utilizzati da un’officina che riparava bici e moto, sono rimasti vuoti.

L’occupazione

Così due persone, un uomo e una donna, hanno deciso di occuparli. Hanno probabilmente forzato la porta d’ingresso, realizzato una scala in legno per passare da un piano all’altro all’interno dell’edificio e organizzato gli spazi secondo le proprie esigenze. Una situazione che, con l’arrivo della bella stagione, non richiedeva nemmeno la necessità del riscaldamento. Però il nucleo amministrativo della polizia locale, durante i controlli di routine in ogni parte del territorio, ha accertato la presenza di estranei nella vecchia cascina.

Lo sgombero

Ha così pianificato un intervento con l’ufficio tecnico. Ieri pomeriggio, la squadra manutenzione è intervenuta e, con il supporto dell’ufficiale e degli agenti della polizia locale hanno invitato gli abusivi a lasciare liberi i locali, mettendoli in sicurezza. In particolare, è stata demolita la scala interna, cambiate le serrature e i lucchetti. All’esterno è stata anche ripristinata la grata metallica che impedisce l’ingresso agli estranei e messi in sicurezza tutti gli altri accessi.

Il sindaco Errante

“Ringrazio la polizia locale per l’attenzione che ha costantemente sul territorio – evidenzia il sindaco Filippo Errante – perché non possiamo accettare che vi siano degli abusivi in alloggi pubblici o privati. Laddove possiamo intervenire, lo facciamo con determinazione sia per ragione di sicurezza sia per il rispetto della legalità”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente