Giornale dei Navigli > Attualità > Visori 3D a scuola per sperimentare gli effetti dell’abuso di alcol
Attualità Cesano Boscone -

Visori 3D a scuola per sperimentare gli effetti dell’abuso di alcol

Sono circa 570 gli alunni coinvolti nel progetto “In stato di ebrezza”.

Visori 3D a scuola

Visori 3D a scuola per sperimentare gli effetti dell’abuso di alcol.

Visori 3D a scuola per sperimentare gli effetti dell’abuso di alcol

CESANO BOSCONE – Sono circa 570 gli alunni coinvolti nel progetto “In stato di ebrezza”, finalizzato all’educazione stradale e allo studio delle normative e delle conseguenze di un eccessivo consumo di alcol. L’edizione 2018-2019 del piano coinvolge circa 160 remigini della materna, 223 bambini che frequentano 10 classi quarte della scuola primaria e 187 ragazzi di 9 classi di 2ª media.

Il programma interattivo

“Oltre alla parte teorica, la polizia locale ha introdotto un programma interattivo con slide e video animati per i bambini della materna e della primaria, mentre i ragazzi delle medie stanno sperimentando un percorso sensoriale che vede l’utilizzo di particolari occhiali”, spiegano dal Comune.

“Alcovista”

Si tratta dei dispositivi “Alcovista” che utilizzano una tecnologia ottica che simula alcuni aspetti percettivi dello stato di ebbrezza: indossandoli, infatti, si ha perdita di equilibrio, distorsione della visione, sonnolenza e perdita dei riflessi.

Il commento del sindaco

“Sperimentare sulla propria pelle la differenza tra essere sobrio o meno – commenta il sindaco Simone Negri – è un ottimo sistema di sensibilizzazione sulle conseguenze di un eccessivo consumo di alcol”. I differenti stati di ebbrezza vengono simulati grazie a una progressiva distorsione visiva e alla riduzione dell’angolo di visione.

L’assessore Gattuso

“Riteniamo importante coinvolgere i ragazzi – spiega l’assessore alla polizia locale Salvatore Gattuso – perché devono comprendere che bevande a ridotto contenuto alcolico hanno gli stessi effetti del vino o dei superalcolici, se vengono ingerite in quantità. L’accresciuta consapevolezza della questione – prosegue l’assessore – fa capire ai giovani quanto è importante essere estremamente lucidi quando ci si mette alla guida del motorino e li porta anche a sollecitare i genitori a prestare maggiore attenzione al consumo di alcol, per la sicurezza dei propri cari”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente