Giornale dei Navigli > Attualità > Variante PGT Buccinasco, parola d’ordine: rigenerazione urbana
Attualità Buccinasco -

Variante PGT Buccinasco, parola d’ordine: rigenerazione urbana

Numerosi e ambiziosi gli obiettivi. Tra questi il ricollocamento del quartiere Terradeo abitato dalla comunità sinta.

variante pgt buccinasco

Variante PGT Buccinasco, parola d’ordine: rigenerazione urbana.

Variante PGT Buccinasco, parola d’ordine: rigenerazione urbana

BUCCINASCO – Il punto di partenza per la “revisione complessiva dei contenuti strategici del Piano di governo del territorio” (si legga varianti al Pgt) è la rigenerazione urbana.

Gli obiettivi

“Riqualificazione dei contesti industriali dismessi, ridefinizione di una strategia ragionevole per le attività commerciali, elaborazione di strategie possibili e praticabili per il disegno del centro cittadino e il completamento del sistema delle aree verdi di fruizione comunale e sovracomunale”, spiega gli obiettivi l’assessore all’Urbanistica Emilio Guastamacchia.

Le aree dismesse

In questi giorni, insieme ai consiglieri Claudia Bianchi, Simone Mercuri e Matteo Carbonera, sta facendo un tour nelle aree dismesse o che necessitano interventi di riqualificazione, per procedere attraverso un percorso di rivitalizzazione del territorio ragionato e condiviso.

Idee, suggerimenti, richieste entro il 18 ottobre

Condivisione, infatti, è l’altra parola d’ordine: c’è tempo fino al 18 ottobre per proporre idee, suggerimenti, richieste (da indirizzare all’Ufficio Protocollo), per modificare una o più aree della città. “La pianificazione urbanistica – aggiunge il sindaco Rino Pruiti – è un momento e un processo fondamentale per lo sviluppo di un territorio. Il consumo zero di suolo, da noi introdotto già nel precedente PGT, ormai è legge: puntiamo quindi sulla rigenerazione urbana e la sostenibilità ambientale. È il momento di ripartire, ripensare, fare proposte, partecipare”.

Ricollocare il quartiere Terradeo

Altro obiettivo: ricollocare il quartiere Terradeo abitato dalla comunità sinta, “per risolvere in modo definitivo la questione normativa dell’area che si trova all’interno del Parco Agricolo Sud Milano – conclude Guastamacchia –. Sarà questa l’occasione per aggiornare anche il Piano del Traffico per rileggere e verificare le situazioni problematiche di viabilità sul territorio comunale”.

Redazione

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente