Giornale dei Navigli > Attualità > Un presidio per chiedere giustizia per Tiffany, rubata e uccisa
Attualità Naviglio grande Sud Milano -

Un presidio per chiedere giustizia per Tiffany, rubata e uccisa

Gli animalisti, e chi conosceva Tiffany, hanno deciso di organizzare per domenica alle 16.30 un presidio per chiedere giustizia.

giustizia per Tiffany

Un presidio per chiedere giustizia per Tiffany, rubata e uccisa.

Un presidio per chiedere giustizia per Tiffany, rubata e uccisa

SESTO SAN GIOVANNI – Sarà organizzato un presidio per la cagnolina Tiffany, la chihuahua di cinque anni portata via da una Smart e uccisa dopo due giorni di ricerche ininterrotte da parte dei proprietari che avevano diffuso sui social e fatto girare la voce in tutta la città, offrendo una ricompensa per ritrovare l’amica a quattro zampe.

La triste vicenda

La vicenda risale al 15 luglio quando il padrone della cagnetta ha lasciato Tiffany in auto per sbrigare una commissione e al ritorno non c’era più. La macchina, per errore, era stata lasciata aperta: in pochi minuti la cagnolina era sparita. Ore di angoscia per la coppia proprietaria del cane che con il sostegno degli animalisti e di tanti volontari ha cercato disperatamente di ritrovare la chihuahua. Due giorni dopo, la scoperta sconvolgente: un geometra impegnato in un sopralluogo nella piscina in disuso di via Bixio ha trovato un sacchetto lanciato oltre il cancello chiuso. Dentro c’era il corpicino del cane. Una morte orribile: i padroni non si danno pace, perché ancora non si riesce a identificare l’autore di un gesto così barbaro e ingiusto.

Giustizia per Tiffany! Un presidio domenica a Sesto San Giovanni

Gli animalisti e chi conosceva Tiffany ha deciso di organizzare per domenica alle 16.30 un presidio in viale Casiraghi all’angolo con via Rovani, “per chiedere giustizia, perché in giro c’è un mostro che potrebbe replicare il gesto – dicono gli organizzatori –. Un delitto di animalicidio: un cane è stato probabilmente assassinato e gettato come spazzatura. A Sesto San Giovanni si aggira un presunto assassino (o più soggetti) a piede libero, un soggetto socialmente pericoloso  che deve essere preso e punito. L’aver gettato il cane in una zona che dal di fuori sembra abbandonata significa che chi ha compiuto il gesto non voleva venisse ritrovato il corpo. Con questa manifestazione si vuole chiedere giustizia per Tiffany. Chi ha a cuore gli animali è invitato a unirsi a noi affinché giustizia sia fatta. Non è solo un cane, è una vita: meritava di vivere e ora si pretende giustizia”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente