Giornale dei Navigli > Attualità > Stop bici abbandonate: multa e rimozione a San Giuliano
Attualità San Donato -

Stop bici abbandonate: multa e rimozione a San Giuliano

Vietato anche lasciare le bici agganciate alle apposite rastrelliere per più di sette giorni.

Stop bici abbandonate

Stop bici abbandonate: multa e rimozione a San Giuliano.

Stop bici abbandonate: multa e rimozione a San Giuliano

SAN GIULIANO – Bici attaccate a pali della luce e dei cartelli stradali, ringhiere, alberi e cancelli, anche di strutture pubbliche. Lasciate lì per diversi giorni, settimane intere. Un fastidio per i pedoni, passeggini e sedie a rotelle, soprattutto, ma anche una questione di decoro per il sindaco Marco Segala che ha firmato un’ordinanza contro il cosiddetto “effetto abbandono”.

 Il testo dell’ordinanza

“Necessario contrastare comportamenti e situazioni che compromettono il decoro cittadino e la vivibilità urbana, come l’abbandono e il deposito incontrollato e disordinato dei velocipedi e del loro aggancio incustodito a manufatti stradali”, si legge sul documento. “Comportamenti che costituiscono arbitrarie occupazioni del suolo pubblico, rendono difficile la libera circolazione stradale, arrecano gravi problemi a pedoni per la difficoltà di camminare sui marciapiedi – prosegue l’ordinanza –. Inoltre, queste situazioni rendono difficoltosa la pulizia e la manutenzione delle strade”.

Pugno duro del sindaco

Ecco arrivare, quindi, il diktat del sindaco: “Divieto di abbandono delle bici in cattive condizioni d’uso e divieto di aggancio a manufatti stradali o altre opere fisse”. Niente più bici attaccate a fioriere, segnali stradali, pali, alberi, ringhiere, inferriate, tubi, serrande. Vietato anche lasciare le bici agganciate alle apposite rastrelliere per più di sette giorni. Pena: multa e rimozione (anche con il taglio forzato della catena) per le bici che intralciano gli spazi pubblici e per quelle in evidente stato di abbandono. Per riprendersi la bici ci vorranno 30 euro, più la multa (da 25 a 150 euro).

F.G.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente