Giornale dei Navigli > Attualità > Spalti pieni a Buccinasco per dire no al razzismo
Attualità, Sport Buccinasco -

Spalti pieni a Buccinasco per dire no al razzismo

Domani sera alla palestra di via Tiziano ci saranno tutti, lì solo per un motivo: dire no al razzismo. E urlarlo, riempendo il palazzetto di applausi e cori per sostenere la squadra, per dire: siamo con voi.

no al razzismo

Spalti pieni a Buccinasco per dire no al razzismo.

Spalti pieni a Buccinasco per dire no al razzismo

BUCCINASCO – Domani sera alla palestra di via Tiziano ci saranno tutti. Ci sarà la curva, i tifosi, quelli che sostengono la squadra in casa e in trasferta, ci saranno i politici, il sindaco Rino Pruiti, l’assessore allo Sport Mario Ciccarelli. Ci saranno cittadini normali lì solo per un motivo: dire no al razzismo. E urlarlo, riempendo il palazzetto di applausi e cori per sostenere la squadra, per dire: siamo con voi.

Pronti ad abbandonare il campo

Ed è difficile per un tifoso, soprattutto perché la squadra ha deciso di lasciare il campo da gioco se dovesse sentire ancora una volta un insulto diretto a Joao Kisonga, centro dei Bionics che in questi giorni ha detto basta. Basta al razzismo, basta ai cori solo perché di colore. Per un tifoso accanito non deve essere facile pensare di perdere a tavolino una partita perché i giocatori abbandonano il terreno di gioco, eppure quelli dei Bionics sono tutti con la squadra di Buccinasco, li appoggiano e li sostengono.

Tanti episodi in questi anni

Troppi episodi in questi anni, cose “irripetibili che hanno il solo scopo di insultare per il colore della pelle un giocatore”, ha denunciato Lorenzo Prataviera che ha fatto scoppiare il caso suscitando clamore e attenzione dalla Federazione che ha voluto “condannare fermamente ogni forma ed espressione di razzismo e discriminazione, riaffermando i tradizionali principi di lealtà e correttezza propri del basket”.

La Federazione promette maggior vigilanza

Qualcosa si muove: “Vigileremo con ancora più attenzione affinché non si verifichino più simili episodi – ha dichiarato il presidente del Comitato Regionale Lombardo della Federazione Italiana pallacanestro, Alberto Bellondi –. Intendiamo andare fino in fondo nei casi in questione e per questo motivo abbiamo affidato gli atti alla Procura Federale”. In attesa di vederci chiaro, la squadra giocherà domani sera contro Aba Legnano in un palazzetto pronto a sostenerli. Appuntamento alle 18.30 alla palestra di via Tiziano.

Francesca Grillo

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente