Giornale dei Navigli > Attualità > Sos natura: i volontari dell’Oasi Smeraldino salvano migliaia di girini FOTO
Attualità Rozzano -

Sos natura: i volontari dell’Oasi Smeraldino salvano migliaia di girini FOTO

Una bella sinergia al lavoro per una missione di salvataggio in nome della natura.

oasi smeraldino

Sos natura: i volontari dell’Oasi Smeraldino salvano migliaia di girini.

Sos natura: i volontari dell’Oasi Smeraldino salvano migliaia di girini

ROZZANO – Migliaia di girini salvati da una bella sinergia, in nome della natura. A guidare la spedizione, i volontari dell’Oasi Smeraldino di Rozzano, gestita dall’associazione Ape Natura dell’instancabile Catia Acquaviva.

La  missione di salvataggio

I volontari sono intervenuti per una missione di salvataggio: “Durante il monitoraggio delle zone acquose del territorio – spiega la presidente dell’associazione – abbiamo notato che in una delle fontane del centro commerciale Fiordaliso si erano annidate migliaia di uova di rospo smeraldino, l’anfibio che dà il nome alla nostra Oasi”. Uova che erano in pericolo: potevano essere risucchiate dai sistemi di scolo e cambio dell’acqua della fontana o morire per i prodotti utilizzati anti muffa. Immediata la collaborazione del centro commerciale che ha chiuso per un mese la fontana per consentire il recupero delle uova.

L’immediata collaborazione del centro commerciale Fiordaliso

“Siamo molto contenti di aver collaborato con l’associazione Ape Natura – spiega Antonello Corrado, direttore del centro commerciale –. Abbiamo sospeso l’erogazione dell’acqua per oltre un mese per consentire ai volontari il recupero dei girini. Nel nostro giardino verticale si è creato un piccolo eco sistema che interagisce e si è adattato all’ambiente”. E così, armati di retini setacci, i volontari hanno recuperato le uova e le hanno portate alla vicinissima Oasi. Ma non è tutto.

SFOGLIA LA GALLERY:

La missione prosegue poi in una pozza di fianco al depuratore San Rocco

La missione si è poi spostata alle spalle del centro commerciale, in una pozza proprio di fianco al depuratore San Rocco. “Mi è stata segnalata la presenza di girini di rospo smeraldino, specie protetta a livello regionale e dalla Convenzione di Berna per la fauna minore, in una pozza d’acqua di alcuni metri quadri nel prato tra il nostro depuratore e la tangenziale ovest – racconta il responsabile del depuratore San Rocco, Marcello Mazzone –. Bisognava preservare la presenza d’acqua nella pozza, a fronte del rischio di prosciugamento considerando il caldo estivo di questi ultimi giorni, in modo da salvaguardare la possibilità per i girini di completare la loro metamorfosi in piccoli rospi smeraldini. Un’occhiata alla pozza brulicante di girini e ho deciso che il depuratore di Milano San Rocco avrebbe dato il suo contributo alla missione”.

Il contributo del responsabile del depuratore San Rocco

E così, “per garantire l’acqua necessaria alla metamorfosi dei girini abbiamo deciso, d’accordo con l’associazione, di predisporre una cisternetta da un metro cubo dotata di valvola di fondo, riempita con acqua di pozzo e periodicamente reintegrata dal personale del depuratore, in modo da far percolare l’acqua un po’ per volta, per evitare il prosciugamento della pozza – racconta Mazzone –. Abbiamo quindi delimitato l’area con nastro segnaletico e apposto sulla cisternetta un cartello con l’indicazione “Compensazione ambientale per la tutela di fauna protetta”. Anche il depuratore di Milano San Rocco fa il tifo per i piccoli rospi: a questo punto non ci resta che aspettare di vederli uscire dall’acqua e cominciare a saltellare”.

L’associazione ringrazia tutti

Dall’associazione sono tanti i ringraziamenti: “Al centro commerciale Fiordaliso e al depuratore San Rocco per la grandissima disponibilità e sensibilità – dichiara Catia Acquaviva –, ma anche all’Ufficio tecnico del Comune che ha dato il permesso di collocare la cisterna, in quanto il terreno è proprietà comunale. Le minacce sono tante: qualche giorno fa abbiamo dovuto convincere il guidatore di un trattore a non passare proprio sulla pozza. Basta poco per ammazzare vite così piccole e per molti insignificanti: così fragili, mangiati da tanti predatori, schiacciati dalle macchine e dalle ruspe: questi girini, futuri rospi smeraldino, sono dei veri guerrieri”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente