Giornale dei Navigli > Attualità > Rubrica Kitchen and the City: L’inverno sta finendo
Attualità Buccinasco Cesano Boscone Corsico Naviglio grande Rho e Bollate Rozzano San Donato Trezzano -

Rubrica Kitchen and the City: L’inverno sta finendo

Il cavolfiore è uno tra gli ortaggi invernali più versatili, ricco di vitamine e sali minerali. Racchiude al suo interno ottime proprietà nutritive

kitchen and the city

KITCHEN AND THE CITY – Non so se capita anche a voi, ma a me gennaio sembra lunghissimo, infinito. Per questo, ma anche per il mio odio nei confronti del freddo e delle giornate corte, quando inizia febbraio vedo la luce, quella luce che mi condurrà dritta dritta verso la primavera.

Lo so, anche febbraio è un mese invernale, ma tra Carnevale, San Valentino e qualche giorno in meno sul calendario, sento che posso accettarlo e conviverci fino a marzo!

Dato che sono un’eterna insoddisfatta (approccio alla vita sul quale sto lavorando da anni e dal quale prima o poi guarirò), quando sento che l’inverno sta finendo ne ho subito una nostalgia culinaria pari a quando faccio la scarpetta con il ragù della domenica.

Cime di rapa, cavoli neri, cavolfiori e broccoletti sono gli ortaggi che mi mancano di più durante la stagione più calda. Per questo a febbraio cerco di farne indigestione (scherzo!).

Lunedì sera, una cara amica mi ha scritto un messaggio che diceva con tono solenne: “ho dei cavolfiori cotti, cosa ne faccio?”. E dato che la tecnologia mi riesce bene quasi come le lasagne, ho preparato una nota audio con tre diverse ricette a base di cavolfiori. Non una, non due, ma ben tre ricette con i cavolfiori. Non so se rendo l’idea di quanto mi piacciano!

Quindi, mentre studio un nuovo format che vede protagoniste le audio ricette, eccomi qui a scrivere per voi, e per me, le ultime tre preparazioni invernali a base di cavolfiore.

Il cavolfiore è uno tra gli ortaggi invernali più versatili, è ricco di vitamine e sali minerali e racchiude al suo interno ottime proprietà nutritive, è antiossidante e contrasta diabete e ipertensione. Oltre a tutto questo, è facile da cucinare ed è buonissimo, cosa si può volere ancora? Ho anche scoperto, abbastanza recentemente, che il cavolfiore è ottimo anche crudo. Lavatelo bene, tagliatelo a cimette o a fettine sottili con una mandolina e conditelo come un normalissimo pinzimonio, con olio, sale e succo di limone. La sua croccantezza e il suo sapore delicato vi stupiranno almeno tanto quanto hanno stupito me!

Ma veniamo al dunque, ecco le tre ricette che ho pensato.

Pasta con cavolfiori, acciuga e polvere di tarallo al sentore piccante

Ingredienti per 4 persone:
320 gr di penne rigate (o pasta corta a vostra scelta)
1 cavolfiore grande
8 taralli al finocchio
4 filetti di acciuga sott’olio
2 spicchi d’aglio
1 peperoncino (o peperoncino in polvere a piacere)
Parmigiano Reggiano grattugiato (a piacere)
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe

Come prepara la ricetta

Pulite il cavolfiore e tagliate le cimette, poi sistematele in una pentola ampia e copritele con acqua. Lessate i cavolfiori salando l’acqua. Quando l’acqua raggiungerà il bollore, aspettate 5 minuti e aggiungete la pasta.

Mentre cuoce la pasta, soffriggete in un padellino l’aglio in olio extravergine di oliva. Quando l’aglio avrà preso un bel colore ambrato, spegnete il fuoco e aggiungete il peperoncino e i filetti di acciuga.

Con le mani sbriciolate bene i taralli. Scolate la pasta insieme ai cavolfiori, conditela con l’oolio piccante alle acciughe (ricordate di eliminare gli spicchi d’aglio) e cospargete a piacere con Parmigiano Reggiano grattugiato. Prima di servire, aggiungete su ogni piatto la polvere di tarallo.

 

Cavolfiori gratinati ai formaggi

Ingredienti per 4 persone:
1 cavolfiore grande
200 gr di mozzarella
150 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato
150 gr di scamorza affumicata
100 gr di pangrattato
1 uovo
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe

Come prepara la ricetta

Pulite il cavolfiore e tagliatelo a pezzetti. Lessate leggermente il cavolfiore in acqua bollente salata per 5 minuti, poi scolatelo e fatelo raffreddare. Tagliate a dadini la mozzarella e la scamorza. In una terrina aggiungete i cavolfiori, i formaggi, l’uovo e regolate di sale e di pepe. Mescolate bene gli ingredienti e aggiungeteli in una pirofila oleata. Cospargete la superficie con il pangrattato e infornate a 180°C per 10 minuti, poi passate alla funzione grill per 5 minuti.

 

Polpette di cavolfiore e salmone

Ingredienti per 4 persone:
300 gr di salmone spinato e senza pelle
300 gr di cavolfiori lessi
Succo di mezzo limone
1 cucchiaino di curcuma in polvere
1 uovo
120 gr di pangrattato
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe

Come si prepara la ricetta

Mettete il salmone in una teglia foderata con carta forno e conditelo con olio, sale, pepe e succo di limone. Infornate il pesce a 180°C per 12 minuti. Sfornate il salmone e tagliatelo a pezzetti molto piccoli. Tagliate finemente anche il cavolfiore e mettetelo in una terrina, aggiungete il salmone, la curcuma, l’uovo, il pangrattato e regolate di sale e di pepe. Mescolate bene tutti gli ingredienti e con l’impasto ottenuto, create delle piccole polpettine. Mettete le polpette in una teglia coperta con carta forno e irroratele con un filo d’olio, poi infornatele a 180°C per 10 minuti

Claudia Concas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente