Giornale dei Navigli > Attualità > Il ricordo a Daniele Della Calce, Grazie Dani, per averci reso migliori FOTO
Attualità Buccinasco -

Il ricordo a Daniele Della Calce, Grazie Dani, per averci reso migliori FOTO

Davanti alla targa, due panchine nuove, “posizionate per stare sempre all’ombra, qui dove il sole sarà il ricordo di Daniele”, ha commentato Pruiti.

daniele della calce

Il ricordo a Daniele Della Calce, Grazie Dani, per averci reso migliori.

Il ricordo a Daniele Della Calce, Grazie Dani, per averci reso migliori

BUCCINASCO – Quando muore qualcuno, muore tutto l’universo. Le parole migliori, quelle che hanno fatto commuovere le oltre cento persone riunite per ricordare Daniele, le ha trovate l’amico. Il ragazzo che era con lui su quelle maledette montagne, su quella neve che ha divorato il 27enne, travolto durante un fuoripista sullo snowboard. “Non mi sembra però così morto l’universo di Dani, perché in noi sopravvive un’esplosione di molecole immortali”. Si è commosso anche chi non conosceva quel sorriso e quegli occhi profondi.

Le parole di chi lo ha amato

Chi lo ha conosciuto attraverso le parole dei genitori, del fratello, che nascondeva le lacrime dietro le lenti scure. Attraverso le parole della sua insegnante, che ha tirato fuori un tema scritto da Daniele Della Calce in quinta elementare. Un tema sulla morte, sulla fine vista dagli occhi di un bambino. “Ho paura della morte, perché non mi piace che tutto finisca. Ho la fortuna di avere questi due genitori e sentirei tanto dolore se morissero. Se penso alla morte mi sento a disagio, perché finisce tutto”, scriveva con il cuore di un bambino.

Il tema di un bimbo

“Daniele non lo vediamo, ma è qui – ha scritto la sua insegnante –, nel ricordo di quei banchi, di quelle risate. Camminate insieme, ragazzi. Perché Daniele sarà con voi fino a quando lo ricorderete. C’è un pezzo della sua vita in ognuno di voi, e quel pezzettino vivrà. Abbiatene cura”. Dietro gli occhiali scuri, le lacrime degli amministratori, che hanno voluto portare il loro abbraccio ai genitori, a una famiglia ancora devastata, dopo due mesi da quel tragico incidente.

L’abbraccio dall’Amministrazione comunale

Chiusi nel dolore che fa patire giorno dopo giorno, condannando a un’esistenza di sorrisi incompleti. Dietro gli occhiali scuri, le lacrime di Martina Villa, Simone Mercuri, Grazia Campese. Del sindaco Rino Pruiti, che ha scoperto con commozione la targa in memoria di Daniele Della Calce, nel parchetto Spina Verde dove passava le serate con gli amici. “Resto qui, dove mi piaceva. In ogni chiacchiera, in ogni risata, in ogni sogno, sarò con voi. Lasciate che questo resti un angolo bello del mondo. In memoria di Daniele Della Calce, che ha saputo renderci migliori”.

Davanti alla targa, due panchine nuove, “posizionate per stare sempre all’ombra, qui dove il sole sarà il ricordo di Daniele”, ha commentato Pruiti. Il papà di Dani ringrazia tutti, abbraccia tutti. Sorride. A metà. Dani vive tra i fili d’erba verde e le margherite bianche. Vive nel ricordo immortale. Lui, che ha insegnato a noi che restiamo che ci vuole più coraggio ad avere sogni che paura.

Francesca Grillo

Sfoglia la gallery il ricordo a Daniele Della Calce

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente