Giornale dei Navigli > Attualità > Retake, politici e cittadini danno nuova vita all’aula consiliare FOTO
Attualità Buccinasco -

Retake, politici e cittadini danno nuova vita all’aula consiliare FOTO

Tanti hanno risposto all'invito di Retake: cittadini, politici e associazioni.

retake

Retake, politici e cittadini danno nuova vita all’aula consiliare.

Retake, politici e cittadini danno nuova vita all’aula consiliare

BUCCINASCO – L’invito era arrivato a tutti. Ai cittadini, come sempre coinvolti dai retaker, ma, questa volta, anche ai politici, ai consiglieri di maggioranza e di opposizione, ai componenti della Giunta. Perché questa volta da riportare a nuovo c’era un bene davvero di tutti, un simbolo della democrazia, dello scambio di opinioni, del luogo dove si cambia l’assetto della città. Dentro quelle mura, negli anni, la politica si è scontrata, anche duramente. Sono passati sindaci, commissari, richieste di dimissioni, appelli, parole, tantissime parole importanti. Dentro quelle mura.

L’invito alla politica

Fuori, le stesse mura erano prese di mira dai vandali, come spesso succede, a cui poco importa preservare i luoghi sacri, figuriamoci quelli politici (che per alcuni sono ugualmente sacri). L’aula del Consiglio, trenta passi dal palazzo comunale di via Roma, era piena di scritte, fuori. Retake Buccinasco che fa bella la città ci ha messo gli occhi, ma questa volta, invece di fare tutto da soli, spesso all’alba, hanno deciso di coinvolgere i politici puntando sulla sensibilità di chi quell’aula la occupa dai banchi coi microfoni. Alcuni hanno risposto, impossibilitati a venire.

Altri non hanno considerato neanche l’invito. Alcuni giustificati, per non prendere parte all’iniziativa. Altri semplicemente distanti dal concetto di rimettere a nuovo quel luogo. Nota di merito per Luigi Iocca: spuntato dalle fila dell’opposizione, ha ritenuto importante mettersi la tuta e prendere in mano il pennello per dare il suo contributo. E così per una volta le rivalità sono state messe dietro ai rulli, dietro la vernice che ha coperto le scritte che imbruttivano quello spazio così importante.

Uniti per la città

Cittadini sensibili e associazioni che vivono e fanno vivere il territorio (come Messinscena e Ape) hanno partecipato attivamente. Altri hanno portato caffè e dolci, castagnacci autunnali che hanno reso più sopportabile il duro lavoro. “L’intervento sulle pareti esterne dell’aula consiliare è stato dal punto di vista organizzativo quello più complesso mai realizzato da Retake Buccinasco – dicono dall’associazione –. Avevamo chiesto ad amministratori e consiglieri di essere presenti per dare una mano e la risposta è stata quella attesa. Al loro fianco, ormai da quasi un anno e mezzo, sempre i cittadini di Buccinasco, la città che amiamo e per la quale continueremo a impegnarci. Un doveroso ringraziamento al Comune che ha sostenuto e patrocinato l’iniziativa e ai tecnici dell’Ufficio cultura e dell’Ufficio tecnico: senza il loro operato dietro le quinte, non sarebbe stato possibile realizzare il progetto”.

L’intervento sabato mattina

Le pareti sono tornate pulite, come un tempo. Le “toppe” sono state levate. Sindaco, assessori e consiglieri hanno lavorato tutta la mattina di sabato per restituire alla città un luogo simbolo. I bambini, grandi protagonisti del lavoro, sono ormai baby retaker pronti a pulire la città. Come i bambini di Verde Pisello Milano, il tempio dei runner che ha mandato le giovanissime leve a rimettere a nuovo quelle pareti. I ragazzi, neanche diciotto anni, invece di passare il sabato in libera uscita dai banchi di scuola, si sono messi a dipingere le mura di un luogo che conoscevano poco, dove non erano mai entrati magari, ma di cui già percepivano l’importanza.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente