Giornale dei Navigli > Attualità > Ragazzo autistico scomparso da Vienna tre anni fa, la famiglia lo ritrova a Milano
Attualità Rozzano -

Ragazzo autistico scomparso da Vienna tre anni fa, la famiglia lo ritrova a Milano

Arian è tornato a Vienna con la mamma e la sorella dopo essere stato amorevolmente ospitato a Pieve Emanuele.

Ragazzo autistico scomparso

Ragazzo autistico scomparso da Vienna tre anni fa, la famiglia lo ritrova a Milano. (foto dal Kurier)

Ragazzo autistico scomparso da Vienna tre anni fa, la famiglia lo ritrova a Milano

PIEVE EMANUELE – Una storia a lieto fine, per chiudere l’anno con una bella notizia che restituisce speranza. Quella che la mamma e la sorella di Arian Saraie avevano ormai perso, quasi rassegnate all’idea di non poter  ritrovare il giovane fuggito il 9 novembre del 2015 da un istituto di Vienna. Affetto da autismo, il 25enne aveva fatto perdere le proprie tracce.

Ritrovato a Pieve Emanuele

Lo avevano ritrovato le forze dell’ordine a Pieve Emanuele e gli educatori di un centro che ospita ragazzi che affrontano l’autismo e problematiche psichiatriche ogni giorno lo avevano preso in cura, tuttavia senza mai riuscire a ricostruire l’identità del ragazzo misterioso. Lui diceva di chiamarsi Antonio Gallo ed è così che lo chiamavano gli amici dell’istituto, dove ha trascorso gli ultimi tre anni tra le cure amorevoli degli educatori di Pieve Emanuele.

La sorpresa

Bravissimo nell’apprendimento delle lingue straniere, Arian era riuscito a imparare anche l’italiano in brevissimo tempo. Tre anni passati in modo sereno per Arian e per chi aveva avuto la fortuna di conoscerlo, ma erano mesi di agonia e angoscia continua per la famiglia che ha continuato a sperarci, giorno dopo giorno. Poi, a un tratto, la sorpresa. Uno degli operatori, poco prima di Natale, riconosce la foto di Arian su internet, tra le decine di appelli che mamma Regina e la sorella Roxana avevano diffuso per provare a ritrovare il giovane. L’educatore le contatta e organizza l’incontro. Le due donne prendono un volo da Vienna a Milano e finalmente si ricongiungono con il giovane davanti a una torta con scritto “auguri”, simbolo di una nuova vita insieme. Tanta emozione e lacrime di gioia per tutti: Arian è tornato a Vienna con la mamma e la sorella che ci hanno tenuto a ringraziare di cuore tutti coloro che si sono presi cura di Arian in questi anni, pronto per tornare a casa.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente