Giornale dei Navigli > Attualità > Qualità della vita 2018, per la prima volta Milano sul gradino più alto del podio
Attualità Naviglio grande -

Qualità della vita 2018, per la prima volta Milano sul gradino più alto del podio

A stabilirlo è la tradizionale classifica redatta dal Sole 24 Ore, giunta quest'anno alla sua 29/ma edizione.

Qualità della vita 2018

Qualità della vita 2018, per la prima volta Milano sul gradino più alto del podio.

Qualità della vita 2018, per la prima volta Milano sul gradino più alto del podio

MILANO – É Milano la provincia d’Italia dove si vive meglio. A stabilirlo è la tradizionale classifica redatta dal Sole 24 Ore, giunta quest’anno alla sua 29/ma edizione.

Finalmente il primo posto!

Per la prima volta la provincia meneghina si piazza sul gradino più alto del podio, piazzandosi per sette volte su 42 nei primi tre posti per le performance conseguite negli indicatori del benessere. Al secondo posto c’è Bolzano, in risalita dalla quarta posizione del 2017, e al terzo Aosta, in discesa di un posto rispetto allo scorso anno.

Gli indicatori che valgono il 1° posto

Milano svetta in classifica grazie anche a depositi in banca e consumi medi delle famiglie in beni durevoli e per la capacità di essere considerata ormai smart city a tutti gli effetti. Buoni i livelli di occupazione (quasi il 70%) e di spesa per eventi e spettacoli, indicatori della possibilità di potersi permettere uscite settimanali. Male in tema sicurezza: per le rapine, è seconda solo a Napoli. Pil pro capite e più in generale la ricchezza fanno aumentare il punteggio della capitale della moda e del design. Le province della Lombardia sono collocate nei posti alti della classifica, insieme a quelle del Trentino e Triveneto.

 

All’ultimo posto Vibo Valentia

Fanalino di coda, per la quarta volta in 29 edizioni, c’è Vibo Valentia, preceduta da numerose province del Sud Italia. Resta stabile la qualità della vita nella Capitale. Roma si piazza al 21/mo posto, in linea con l’anno precedente (24/mo posto). Tra le altre grandi città, più a sud spicca la risalita di Napoli che conquista 13 posizioni. Migliorano anche Venezia, Torino, Catania, Bari e Bologna, in controtendenza solo Genova e Firenze che perdono rispettivamente otto e dieci posizioni.

Roma si posiziona al 21° posto

Roma guadagna tre posizioni nella classifica. La Capitale si piazza al 21/mo posto con 536,3 punti, salendo di tre gradini nel ranking del quotidiano che prende in considerazione le performance conseguite negli indicatori del benessere.

Le aree tematiche prese in considerazione

Come ogni anno l’indagine scatta una fotografia delle città italiane, scegliendo di inquadrare la questione della vivibilità urbana tramite 42 parametri per ciascuna provincia (107 in tutto), suddivisi in sei macro aree tematiche (Ricchezza e consumi, Affari e lavoro, Ambiente e servizi, Giustizia e sicurezza, Demografia e società, Cultura e tempo libero), riferiti all’ultimo anno appena trascorso.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente