Giornale dei Navigli > Attualità > Preso di mira a scuola perché gay, i Sentinelli con Daniele
Attualità San Donato -

Preso di mira a scuola perché gay, i Sentinelli con Daniele

I Sentinelli “esprimono a lui e alla sua famiglia piena solidarietà e appoggio".

Sentinelli con Daniele

Preso di mira a scuola perché gay, i Sentinelli con Daniele.

Preso di mira a scuola perché gay, i Sentinelli con Daniele

SAN DONATO MILANESE – Preso di mira dai compagni, con insulti omofobi e discriminatori. Succede all’istituto Mattei di San Donato, secondo la denuncia dei Sentinelli di Milano che hanno voluto raccontare la storia di Daniele, “vittima da almeno sei mesi di questi comportamenti, a causa del suo dichiarato orientamento sessuale”.

Insegnanti sul “banco degli imputati”

Il tutto “tra l’indifferenza di alcuni insegnanti e addirittura con la complicità di uno di loro”, raccontano i Sentinelli. “Daniele è stato più volte apostrofato con chiari riferimenti di stampo fascista e omofobo tipo “i froci devono bruciare tutti”. Inoltre è stato spettatore suo malgrado di una scena in classe nella quale venivano esaltate dichiarazioni violentemente ostili”, proseguono nella denuncia sui social.

La solidarietà dei Sentinelli

I Sentinelli “esprimono a lui e alla sua famiglia piena solidarietà e appoggio e si impegnano a essere al suo fianco in questa battaglia di civiltà. Il suo coraggio e la sua determinazione sono un insegnamento per tutti noi”. Sulla questione è intervenuta anche la consigliera Bruna Biagioni (Pd): “Come cittadina, come mamma e soprattutto come consigliere comunale, sono con Daniele.

Domani sera in Consiglio fra gli ordini del giorno ci sarà la richiesta al sindaco Andrea Checchi e alla giunta di sottoscrivere la Carta di Intenti del Re.a.dy /Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere). Questo atto di omofobia – prosegue  Biagioni – ancora più grave perché verso un adolescente e all’interno di una scuola, dimosta quanto sia necessario impegnarsi come pubblica amministrazione nel promuovere politiche locali in questo senso”.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente