Giornale dei Navigli > Attualità > Polveri in Marchesina, Arpa: “Responsabilità delle aziende”
Attualità Trezzano -

Polveri in Marchesina, Arpa: “Responsabilità delle aziende”

A differenza di quanto indicato da Arpa, il Comune ritiene necessario che il monitoraggio venga proseguito sul territorio perché i fenomeni permangono ancora oggi

polveri in marchesina

Polveri in Marchesina, Arpa: “Responsabilità delle aziende”.

Polveri in Marchesina, Arpa: “Responsabilità delle aziende”

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Gli accertamenti di Arpa sono arrivati, almeno quelli relativi alla prima fase di rilievi per chiarire l’origine delle polveri che i cittadini del quartiere Marchesina si ritrovano da mesi sui davanzali e che hanno suscitato preoccupazione.

La valutazione di Arpa

L’ipotesi di Arpa è che a causare l’accumulo delle polveri siano le aziende presenti sul territorio, anche se non specifica ancora quale sia la ditta responsabile. Arpa, in più, non parla di “polveri ferrose”, come denunciato dagli abitanti, ma di generiche polveri rinvenute nella zona.

La reazione del sindaco Bottero

“Prendiamo atto che Arpa Lombardia esprime una prima ipotesi di relazione causa-effetto tra le aziende visitate e la presenza di polveri sul territorio”, precisa il sindaco Fabio Bottero. Nel corso del controllo Arpa sono state “rilevate alcune criticità che, insieme a quelle già segnalate per altre realtà produttive, possono contribuire in maniera significativa al problema delle polveri rilevato nel quartiere Marchesina”. L’Amministrazione scrive in una nota che apprezza il lavoro e una prima risposta da parte dell’ente competente, ma mette in evidenza che i chiarimenti devono essere specifici e cioè riguardare le polveri ferrose, la cui presenza è stata denunciata dagli abitanti. Il Comune ha “emanato le prescrizioni a suo tempo segnalate da Arpa, quando emergeva la necessità del proprio intervento, mentre le autorità competenti indicate dalla stessa nota di Arpa in modo generico sono ora Ats e Città metropolitana”, specificano dall’Amministrazione.

Il Comune chiede un nuovo incontro ad Arpa

“Il Comune resta pronto ad agire per quanto di propria competenza come fatto da gennaio. A differenza di quanto indicato da Arpa, il Comune ritiene necessario che il monitoraggio venga proseguito sul territorio, perché i fenomeni permangono ancora oggi con le medesime caratteristiche messe in evidenza dai cittadini nei mesi scorsi”. Per questo, il sindaco ha chiesto un incontro urgente ad Arpa e agli altri enti coinvolti, “per poter poi informare in modo adeguato, coi propri funzionari ed esperti, il Comitato, le forze politiche oltre che fornire a tutta la cittadinanza un’informazione completa e trasparente”.

LEGGI ANCHE:

Polveri ferrose sui balconi, il Comune: Gli Enti si assumano le proprie responsabilità

 Polveri ferrose sui balconi, ancora controlli sulle aziende

Polveri ferrose in Marchesina, monitoraggio continuo per chiarire le cause

 Polveri quartiere Marchesina: sono arrivati i risultati delle analisi

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente