Giornale dei Navigli > Attualità > Perché alcune strade di Cesano sono al buio?
Attualità Cesano Boscone -

Perché alcune strade di Cesano sono al buio?

Il sindaco Simone Negri spiega i motivi di questo malfunzionamento.

strade di Cesano

Perché alcune strade di Cesano sono al buio?

Perché alcune strade di Cesano sono al buio?

CESANO BOSCONE – Le segnalazioni sono state inviate tramite l’app Municipium, alcune hanno fatto il giro dei gruppi sui social. A preoccupare i cittadini, strade al buio da alcuni giorni che creano un “problema di sicurezza – lamentano gli abitanti –. Spesso ci troviamo a schivare le macchine che corrono veloci e non possiamo attraversare tranquillamente”.

Il sindaco Negri

A spiegare i motivi di questo malfunzionamento, il sindaco Simone Negri che ha parlato dei problemi legati agli impianti di illuminazione: “Il progetto di riqualificazione dell’illuminazione pubblica non è ancora terminato – inizia così il primo cittadino –. Dobbiamo infatti sostituire ancora una piccola parte di corpi illuminanti; installare e collegare gli ultimi quadri (da 96 quadri siamo passati a 42); realizzare tutta la parte smart (panchine intelligenti, telecamere, pannelli informativi e totem, punti di accesso al wifi) e, soprattutto, sono previsti altri scavi, in corrispondenza degli impianti più vetusti”.

I problemi sui quadri elettrici

Sono proprio gli scavi a creare problemi su due dei 42 quadri, “quelli in corrispondenza di via Garibaldi-Pogliani-Pellico- Isonzo (Q20) e di via Libertà-San Francesco-Villette-Vittorio Veneto-Cottolengo (Q8). In questi termini, infatti, le dispersioni sono causate dalle vecchie linee di alimentazione dei pali di illuminazione, costituite da conduttori elettrici vetusti nei quali si è deteriorato l’isolamento”. A peggiorare il problema, le condizioni avverse degli ultimi giorni e “la presenza di acqua nel terreno: si producono dispersioni che inducono l’azionamento dell’interruttore differenziale del quadro di appartenenza. E così si spegne l’intero tratto di illuminazione”. Perché succede ora e non prima? “Perché nella vecchia concezione, i dispositivi di sicurezza agivano complessivamente su tutta la rete (ancora di proprietà di Enel) e non localmente, sul singolo quadro, come ora è obbligatorio fare per legge”.

La sostituzione dei cavi  non è cosa semplice

Bisogna insomma sostituire i cavi, ma non è così semplice: “La sostituzione dei cavi in tali contesti richiede scavi e la posa di cavidotti, ossia le condutture in cui farli passare perché in buona parte del nostro comune i cavi sono ‘affogati’ direttamente nell’asfalto – prosegue Negri –. Per questo non sono sfilabili ma necessitano di lavori decisamente più impegnativi e impattanti come gli scavi. Ed è per questo che sono a diretto contatto con l’umidità presente nel terreno e maggiormente sottoposti al logoramento”.

Gli operatori della fibra ottica hanno tranciato i cavi dell’illuminazione pubblica

Non è tutto: “Altri problemi sono sorti nelle scorse settimane per la sostituzione dei quadri elettrici. Gli operatori impegnati nella posa della fibra ottica hanno per sbaglio tranciato dei cavi dell’illuminazione pubblica. Oppure è capitato che gli stessi cavi venissero mossi in seguito agli smottamenti del terreno e della strada. Fortunatamente questi problemi sono stati superati”. Si spera ora in una tregua dalla pioggia per intervenire “su via Garibaldi e su via Libertà, con l’auspicio che questi lavori siano risolutivi dei problemi rilevati. Diversamente, dovremo proseguire. É la stessa situazione, per intenderci, che aveva riguardato la via Acacie, oggi risolta”.

Le conclusioni del sindaco

Il sindaco conclude: “Capisco il disagio e posso garantire che l’impegno e le sollecitazioni sono massimi, ma devo aggiungere che la questione è rilevante e legata alla vetustà degli impianti e alla cattiva consuetudine di qualche decennio fa di fare le strade senza pensare alle condutture e alla loro gestione. Ora scavo per scavo, dobbiamo cercare di intercettare e risolvere il problema”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente