Giornale dei Navigli > Attualità > Nuova vita alla Marchesina: accolta la proposta sulla ex Demalena
Attualità Trezzano -

Nuova vita alla Marchesina: accolta la proposta sulla ex Demalena

Approvata la Variante al PGT per attivare la rigenerazione di questa parte di città.

ex demalena

Nuova vita alla Marchesina: accolta la proposta sulla ex Demalena.

Nuova vita alla Marchesina: accolta la proposta sulla ex Demalena

TREZZANO SUL NAVIGLIO – L’azienda Demalena ha lasciato nei trezzanesi il ricordo di affari sporchi e corruzione. La memoria torna indietro al 2013, quando a Trezzano scoppia la bufera delle mazzette con gli arresti di politici, imprenditori e agenti di polizia locale. Anche il proprietario della Demalena, l’ex cartiera di via Marchesina chiusa ormai da oltre 12 anni, finisce nel ciclone. Quello che ha fatto paura in quell’azienda, per anni, è l’amianto. Lastre che ricoprivano il tetto, ormai sfaldate che “volavano” con il maltempo. Il comitato dei cittadini si è battuto per anni per una soluzione che per questioni burocratiche è sempre rimasta ferma al palo. Ma la luce in fondo al tunnel inzia a intravedersi.

Pronti a scrivere una nuova storia del quartiere

“La Giunta comunale ha accolto la proposta iniziale del Programma Integrato d’Intervento (PII) presentata dalla società Elc Srl, valutata positivamente e ritenuta coerente con le indicazioni del PGT, con le opportune integrazioni chieste dai tecnici”, spiegano dall’Amministrazione. “In seguito all’approvazione della Variante al PGT – dichiara il sindaco Fabio Bottero, assessore all’Urbanistica – compiamo il primo passo per attivare finalmente, dopo due decenni, la rigenerazione di questa parte di città, segnata negativamente per troppi anni dalla presenza del fabbricato che, cessata la sua funzione produttiva, è divenuto un corpo estraneo e un ostacolo al suo positivo sviluppo nonché possibile pericolo dal punto di vista della salute per la presenza di coperture in eternit ora rimosse. Con la Variante abbiamo stabilito un sostanzioso contenimento delle volumetrie e una premialità solo dopo le bonifiche (se necessarie) e la realizzazione di opere pubbliche. Dopo anni di immobilismo, possiamo cominciare a scrivere una nuova storia del quartiere Marchesina e di Trezzano tutta”.

Il progetto

La Demalena diventa, così, un “quartiere aperto”: nuova strada pubblica (tra le vie Lazzati e Marchesina) e una rotatoria al critico incrocio tra via Marchesina e via Pascoli, portici con negozi, zone verde. E la fabbrica? Verrà completamente demolita per sostituirla con case e una parte commerciale (esercizio di vicinato o media struttura, verso il fronte di via Matteotti). In totale, quattro edifici con un minimo di 3 e un massimo di 9 piani, alcuni destinati a ospitare al piano terra attività commerciali. L’operatore dovrà inoltre realizzare o riqualificare alcune opere: ampliamento della scuola dell’infanzia di via Giacosa, rimozione dell’amianto (ora in sicurezza e sotto controllo) dalle pareti della scuola primaria, strade, marciapiedi e parcheggi. Una nuova vita che la Marchesina si merita.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente