Giornale dei Navigli > Attualità > Nuova raccolta differenziata: a ottobre sacchi etichettati e tracciabili
Attualità Trezzano -

Nuova raccolta differenziata: a ottobre sacchi etichettati e tracciabili

Il progetto coinvolgerà, per iniziare, 1.500 utenze tra famiglie, scuola, negozi e aziende.

nuova raccolta differenziata

Nuova raccolta differenziata: a ottobre sacchi etichettati e tracciabili.

Nuova raccolta differenziata: a ottobre sacchi etichettati e tracciabili

TREZZANO – Il sindaco Fabio Bottero e l’assessore all’Ambiente Cristina De Filippi hanno fatto della raccolta differenziata un obiettivo ambizioso (e doveroso): abbassare al 20% la quantità di rifiuti della frazione secca, cioè indifferenziabili.

Per iniziare, 1.500 utenze coinvolte

Per farlo, annunciano una sperimentazione che coinvolgerà, almeno per ora, due quartieri: Borgo e Zingone, con 1.500 utenze tra famiglie, scuola, negozi e aziende. Il progetto prevede prima di tutto una raccolta differenziata più corretta, separando i materiali che possono essere mandati al termovalorizzatore, e, in seconda battuta, getta le basi per l’introduzione di un sistema di tariffazione “puntuale, come strumento di maggior equità verso i cittadini”, sottolineano dall’Amministrazione.

La tecnologia utilizzata

“L’introduzione del sistema di rilevazione puntuale prevede l’impiego di mezzi Amsa allestiti con sistemi Gps e integrati con lettori RFID per georeferenziazione dei dati e lettura dei tag codificati sui sacchi”. In poche parole, oghi sacco sarà etichettato e rintracciabile. “Ogni utenza – spiega l’assessore alla Tutela ambientale Cristina De Filippi – avrà un codice univoco identificativo e ogni sacco sarà dotato di un ulteriore codice progressivo che consentirà l’identificazione distinta dei singoli conferimenti.

L’avvio dopo l’estate

È stato un grande lavoro organizzativo che vedrà l’avvio dopo l’estate e ci auguriamo possa portare un aumento sostanziale della raccolta differenziata e conseguentemente benefici per la cittadinanza”. Un bell’impegno, non lo nega il sindaco Bottero: “Serve attenzione, ma è un impegno che poi diventerà consuetudine e porterà vantaggi ambientali ed economici a tutta la comunità.

Le vie coinvolte

I rifiuti indifferenziati, infatti, hanno un costo elevato per l’Ente: ridurli significa risparmiare e in prospettiva ridurre le tasse”. La sperimentazione inizia da due zone, ma l’intenzione è di estendere il servizio a tutta la città. Il progetto sarà presentato alla cittadinanza il giorno 13 settembre alle 20.45 al Centro Socio Culturale di via Manzoni 10. A tutte le utenze coinvolte saranno anche inviate lettere esplicative per poi distribuire loro i sacchi. La sperimentazione inizierà il 29 ottobre. Le vie coinvolte sono: Manzoni, Mazzini, Monti, Morona (da Cavour a Brunelleschi), Pacinotti, Reni, Rossini, Sala, Tito Livio, Turati, Verdi, Verga, vicolo Manzoni, Bramante, Carducci, Alfieri, Como, Giusti, Gramsci (da Mazzini a Verdi), Lecco.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente