Giornale dei Navigli > Attualità > Misura contro vandalismo: chiusura serale parchi. C’è chi apprezza ma fa discutere
Attualità Corsico -

Misura contro vandalismo: chiusura serale parchi. C’è chi apprezza ma fa discutere

Coinvolti per il momento il parco di via Fermi, il Cabassina e il parco della Resistenza oltre che il sottopasso di viale Italia.

Misura contro vandalismo: chiusura serale parchi. C’è chi apprezza ma fa discutere.

Misura contro vandalismo: chiusura serale parchi. C’è chi apprezza ma fa discutere

CORSICO – Parchi chiusi nelle ore serali. La decisione del sindaco Filippo Errante fa discutere e divide: c’è chi apprezza l’idea, esasperato dai continui vandalismi che prendono di mira il patrimonio pubblico nelle aree verdi, e chi invece si sente penalizzato da una decisione che “punisce tutti per colpa di alcuni”. Ma Errante ne fa una questione di sicurezza e soldi pubblici: “Andare a riparare ciò che gli incivili e ignoranti distruggono è una spesa per le tasche cittadine – ha spiegato il primo cittadino –. Le persone hanno tutto il diritto di godere di parchi in buone condizioni”.

I parchi coinvolti dal provvedimento

Il diktat arriva, per ora, per il parco di via Fermi, il Cabassina e il parco della Resistenza, dove uno dei cancelli è sul suolo di Buccinasco (ma la proprietà, intera, è di Corsico).

Gli orari di apertura e chiusura

Per ora gli orari sono solo ipotesi: apertura alle 6 del mattino e chiusura alle 22 (da ottobre ad aprile) e alle 23 da maggio a settembre. Un provvedimento che riguarderà anche il sottopasso di viale Italia, di fronte all’Omnicomprensivo, spesso preso di mira dai vandali. Il passaggio chiuderà dalle 19 alle 6.30. Chi penserà a serrare i cancelli? Il personale di Amsa, grazie a una variazione di bilancio dell’Amministrazione che ha trovato risorse per attuare il provvedimento.

I commenti della gente

“Il problema si sposterà semplicemente da un’altra parte – dice chi non è convinto della decisione di Errante –. Lo spaccio c’è, i vandali anche. Scavalcheranno i cancelli, come hanno fatto in passato, e si metteranno a fare le stesse cose. Chiudere non è la soluzione: si rischia solo di spostare pochi metri avanti il problema, sotto le nostre finestre”. Ma altri sono invece contenti di “non vedere più motorini e persino minicar sfrecciare dentro i percorsi pedonali. Una situazione esasperante”. Il provvedimento sarà attivo tra qualche giorno: il tempo necessario per mettere a posto i cancelli e fare piccoli lavori di manutenzione.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente