Giornale dei Navigli > Attualità > Memorial per Pinuccio La Vigna, pompiere morto in servizio
Attualità Buccinasco -

Memorial per Pinuccio La Vigna, pompiere morto in servizio

Vincono il torneo all'Mc2 di Buccinasco i compagni della caserma di Pieve.

memorial per pinuccio la vigna

Memorial per Pinuccio La Vigna, pompiere morto in servizio.

Memorial per Pinuccio La Vigna, pompiere morto in servizio

BUCCINASCO – Le note del Silenzio hanno commosso tutti. Anche chi cercava di ricordare con gioia Pinuccio, morto in servizio, mentre spegneva un incendio in una fabbrica di detersivi a San Donato.

Un uomo buono, generoso, pronto a sacrificarsi

Era aprile e la tragedia ha colpito tutti, ancora negli occhi dei compagni che hanno visto Pinuccio La Vigna morire in quell’istante, di chi lo conosceva per la fama di essere un “uomo buono, generoso, pronto a sacrificarsi. E così è stato”, ricordano gli amici. Stamattina, all’Mc2 di Buccinasco (che si è resa subito disponibile per organizzare tutto all’interno della sede del centro sportivo di via Aldo Moro), c’erano tutti.

Il ricordo commosso di Pinuccio

Amici, parenti, colleghi di lavoro dell’Agenzia delle Entrate, ma anche chi Pinuccio non lo ha mai conosciuto, ma che lo ha comunque ricordato attraverso i racconti dei suoi compagni di squadra. C’era il coordinatore Michele Giacalone, responsabile dell’organizzazione del torneo di beach volley, intitolato proprio al ricordo di Pinuccio. C’era il comandante regionale dei vigili del fuoco Dante Pellicano, che è sceso in campo dopo aver ricordato “Pinuccio e il suo impegno. È morto un pompiere, ma oggi siamo tutti qua, tutti vicini, nello spirito della nostra forza. Il ricordo di Pinuccio mi emoziona ancora, ma è un’emozione di gioia. Sarebbe stato felice di vedere questa bella iniziativa. Una gioia infinita che si mescola alla tristezza, alla sua mancanza. Ma sono certo che ora sta sorridendo”.

Grande partecipazione: 24 squadre

Tanta gente, tanta partecipazione: i volontari delle caserme dei vigili del fuoco, della Croce Rossa, i carabinieri, i funzionari e colleghi di Pinuccio e tutti quelli che conservano nel cuore il suo ricordo, sono scesi in campo scontrandosi tra di loro e tra le squadre degli sponsor. Ventiquattro, in totale, i team in campo. Alla fine ha vinto chi doveva vincere. Forse perché hanno lottato con più determinazione, con il cuore, con tutta la forza che avevano.

I vincitori: i vigili del fuoco di Pieve

Sul gradino più alto del podio è arrivata la squadra dei vigili del fuoco di Pieve che è riuscita a battere gli agguerritissimi carabinieri di Corsico, arrivati al secondo posto tra gli applausi.

Questo evento è un miracolo

“Una grande partecipazione, segnale che il mondo del volontariato e delle forze dell’ordine sanno agire insieme, sanno seguire lo spirito di unione – ha detto Michele Giacalone –. Oggi saremo a Pieve per festeggiare tutti insieme. Pinuccio amava cucinare: cucineremo noi per lui, insieme alla Croce Rossa, a tutti i vigili del fuoco e alla protezione civile di Rozzano. Amava stare insieme, condividere. Questo evento è un miracolo che sta facendo lui, dall’alto”.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente