Giornale dei Navigli > Attualità > Inserimenti materna, la preside: “Notizie distorte, nessun ritardo”
Attualità Cesano Boscone -

Inserimenti materna, la preside: “Notizie distorte, nessun ritardo”

La dirigente Schivardi: facciamo di tutto per andare incontro alle esigenze dei genitori.

inserimenti materna

Inserimenti materna, la preside: “Notizie distorte, nessun ritardo”.

Inserimenti materna, la preside: “Notizie distorte, nessun ritardo”

CESANO BOSCONE – “Entro una settimana verranno inseriti tutti i 75 bambini iscritti al primo anno della scuola dell’infanzia degli istituti Saragat e Acacie”. La conferma e la rassicurazione per i genitori arriva all’Amministrazione: il sindaco Simone Negri ha incontrato la dirigente scolastica Luisella Schivardi che ha “sottoposto il calendario che le referenti di plesso e i docenti hanno concordato con le famiglie”.

Nessun ritardo negli inserimenti

La dirigente ci tiene a precisare che non c’è stato “alcun ritardo negli inserimenti e in alcun modo abbiamo rimandato l’apertura delle scuole che è avvenuta regolarmente il 5 settembre – chiarisce Schivardi –. Non esistono liste d’attesa. Inoltre, non siamo sotto organico, perché è stato completato l’iter delle nomine”.

La preside: si tratta di voci infondate

Infondata, per la preside, la voce diffusa sui ritardi degli inserimenti alle materne. “Anzi, i bambini di 4 e 5 anni sono già stati inseriti, mentre per i più piccoli il Collegio docenti aveva individuato come data utile il 17 settembre, e così sarà”, spiegano dal Comune. Entro il 24 settembre tutti i 35 iscritti saranno nelle loro classi. Lo stesso avverrà nell’altro plesso dello stesso comprensivo. In Acacie, già lunedì entreranno 16 bambini e poi tutti i 40 previsti.

Le parole della dirigente scolastica

“Dispiace che la nostra scuola – evidenzia Schivardi – finisca sotto gli occhi dei riflettori con notizie distorte (le polemiche di settimana scorsa sul prescuola alla Saragat). Noi facciamo di tutto per andare incontro alle esigenze dei genitori, a maggior ragione se lavorano entrambi. Per questo, fin dai primi di settembre le insegnanti hanno concordato un calendario con i papà e le mamme, che non è variato. Tra l’altro – prosegue la dirigente – ci teniamo molto alla relazione con le famiglie e il territorio”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente