Giornale dei Navigli > Attualità > Il sindaco contro Ats: “Campagna antinfluenzale nulla e un solo presidio per fare il vaccino”
Attualità Cesano Boscone -

Il sindaco contro Ats: “Campagna antinfluenzale nulla e un solo presidio per fare il vaccino”

Botta e risposta tra Ats e Simone Negri che ha fatto sue alcune lamentele dei cittadini

sindaco contro ats

Il sindaco contro Ats: “Campagna antinfluenzale nulla e un solo presidio per fare il vaccino”.

Il sindaco contro Ats: “Campagna antinfluenzale nulla e un solo presidio per fare il vaccino”

CESANO BOSCONE – Il problema riguarda soprattutto gli anziani e gli invalidi che non riescono a spostarsi facilmente e a muoversi in libertà. Quella che serve per raggiungere, magari con i mezzi pubblici, la sede della Ats di via dei Lavoratori a Corsico, unico presidio per potersi sottoporre al vaccino antinfluenzale, raccomandato proprio per anziani e per chi soffre di patologie.

Le lamentele

Il sindaco Simone Negri ha raccolto le lamentele dei suoi cittadini che non possono più approfittare del più vicino centro di via Marzabotto, molto più comodo soprattutto per il quartiere Lavagna, tra Corsico e Cesano, popolato da molti anziani. La sede di via Marzabotto, infatti, ha dovuto trasferire alcuni servizi per motivi di “razionalizzazione ed efficientamento”: una strategia che ha tuttavia penalizzato la popolazione del quartiere.

La segnalazione del sindaco Negri

Per questo, il sindaco ha scritto ad Ats palesando “forte preoccupazione. Di fatto, a parte cinque medici del territorio, chiunque voglia farsi vaccinare deve andare a Corsico, perché in via Marzabotto non lo fanno. E pure in Casa di Cura Ambrosiana/Sacra Famiglia quest’anno siamo a zero, per mancanza di vaccini. Non è stato previsto neanche un ambulatorio periodico a sostegno degli anziani. Come si pensa di fare prevenzione così? Un tempo l’allora Asl aveva come obiettivo la capillare estensione della campagna antinfluenzale. Oggi registriamo invece che l’obiettivo è somministrare meno vaccini possibili”.

La replica di ATS

La risposta da Ats è arrivata: “Ats e Asst si sono prioritariamente mossi per il massimo coinvolgimento dei medici di medicina generale. Nel suo comune hanno aderito allo specifico progetto, condiviso con le Rappresentanze dei Medici, cinque medici. Inoltre, per favorire questa adesione da quest’anno la distribuzione dei vaccini è avvenuta attraverso le farmacie, più prossime agli ambulatori dei medici. In aggiunta l’Asst ha poi organizzato sedute vaccinali nei singoli comuni, intervenendo con sedute aggiuntive in presenza di criticità evidenziate direttamente o anche segnalate dalle amministrazioni locali  – prosegue la risposta alla missiva -. Al riguardo, relativamente al suo comune, è già stata programmata una seduta aggiuntiva per lunedì 26 novembre presso la sede di via Marzabotto 12”. Il sindaco tira la stoccata: “Cara grazia”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente