Giornale dei Navigli > Attualità > I sindaci e Anpi contro la Festa del Sole di Lealtà Azione
Attualità Naviglio grande -

I sindaci e Anpi contro la Festa del Sole di Lealtà Azione

Assenti i sindaci di San Giuliano, Opera, Assago e Corsico che non hanno aderito alla contestazione.

Festa del sole

I sindaci e Anpi contro la Festa del Sole di Lealtà Azione.

I sindaci e Anpi contro la Festa del Sole di Lealtà Azione

NAVIGLIO GRANDE – Mentre Anpi prepara il presidio antifascista, i sindaci dell’abbiatense e del Sud Milano si riuniscono (la maggior parte) per mandare un messaggio chiaro: ritirare il patrocinio e l’organizzazione della Festa del Sole.

La lettera congiunta dei sindaci dell’abbiatense e del Sud Milano

“Si ritiene grave consentire l’utilizzo di uno spazio pubblico per la manifestazione del gruppo della destra radicale, Lealtà Azione, dichiaratamente nazifascista e antisemita”, dicono in una lettera congiunta i sindaci che hanno aderito alla contestazione. “Ricordiamo infatti che nell’ordinamento italiano, l’apologia del fascismo è un reato previsto dall’articolo 4 della Legge 20 giugno 1952, n. 645. Pertanto – proseguono i sindaci – condanniamo il riproporsi di ideologie che contrastano con la democrazia e la civile convivenza, lontane dai valori delle nostre comunità. I sindaci – concludono – auspicano quindi che la manifestazione in questione venga cancellata, per rispetto della dignità del nostro territorio che orgogliosamente rappresentiamo. Ribadiamo il radicamento ai valori dell’antifascismo, nati dalla lotta di liberazione e sanciti dalla nostra Carta Costituzionale, sulla quale noi tutti abbiamo giurato.

Sono ventidue i sindaci che hanno sottoscritto l’appello

Ventidue i sindaci che hanno siglato l’atto: Giovanni Pioltini di Albairate, Stefano Cantoni di Bubbiano, Giuseppe Gandini di Calvignasco, Michele Bona di Cassinetta di Lugagnano, Sergio Perfetti di Gaggiano, Omar Cirulli di Gudo Visconti, Marco Marelli di Morimondo, Daniele Del Ben di Rosate (promotore dell’iniziativa), Gabriella Raimondo di Zelo Surrigone, Riccardo Benvegnù di Binasco, Rino Pruiti di Buccinasco, Paolo Branca di Carpiano, Simone Negri di Cesano Boscone, Antonella Violi di Lacchiarella, Davide Serranò di Locate Triulzi, Nadia Verduci di Noviglio, Paolo Festa di Pieve Emanuele, Barbara Agogliati di Rozzano, Andrea Checchi di San Donato, Fabio Bottero di Trezzano, Carmela Manduca di Vernate e Sonia Belloli di Zibido.

Assenti i sindaci di San Giuliano, Opera, Assago e Corsico

Nel Sud Milano, assenti i sindaci di San Giuliano, Opera, Assago e Corsico che hanno deciso di non aderire alla contestazione.

L’Anpi provinciale di Milano prepara un presidio

Intanto, l’Anpi prepara per i due giorni in cui è programmata la festa (6 e 7 luglio, allo spazio fiera di Abbiategrasso), un presidio. “Siamo preoccupati per lo svolgimento della festa di Lealtà Azione nello spazio pubblico della fiera cittadina – dicono dall’Anpi provinciale di Milano –. Riteniamo grave che si metta a disposizione uno spazio della cittadinanza a un’organizzazione dichiaratamente nazifascista e antisemita, ispirata alle Waffen SS che utilizza anche nel volantino dell’evento simbologie fasciste come il lupo o la rosa in bocca, che rimanda alla X mas. Grave anche – aggiungono – che rappresentati di istituzioni repubblicane come assessori regionali e parlamentari partecipino a un evento di chiara ispirazione nazifascista. Grave che il sindaco, coerentemente con il mandato costituzionale non abbia ancora revocato lo spazio pubblico. E grave che si dia la possibilità attraverso eventi musicali e comizi di diffondere idee e disvalori palesemente razzisti, xenofobi e apologetici del fascismo”.  Anpi lancia un appello:  “Invitiamo la cittadinanza tutta, che si riconosce nei valori dell’antifascismo e della Costituzione Repubblicana, a partecipare al presidio che si terrà nel centro di Abbiategrasso venerdì 6 luglio alle ore 19 e sabato 7, per dire no al ritorno di ideologie e proclami legati all’odio, al fascismo, al razzismo e che mai come oggi sono tornati alla ribalta ritrovando forza come falsa alternativa sociale”.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente