Giornale dei Navigli > Attualità > Guerra ai furbetti: 2 milioni di euro recuperati dalle sanzioni
Attualità Buccinasco -

Guerra ai furbetti: 2 milioni di euro recuperati dalle sanzioni

"A Buccinasco, grazie alla qualità del lavoro di recupero dei mancati pagamenti, non solo si assicurano i servizi, ma si mantengono le tariffe e i tributi tra i più bassi del territorio" spiega il sindaco.

guerra ai furbetti

Guerra ai furbetti: 2 milioni di euro recuperati dalle sanzioni.

Guerra ai furbetti: 2 milioni di euro recuperati dalle sanzioni

BUCCINASCO – Una sinergia tra settori strategici del Comune e forze dell’ordine. La capacità di far rispettare le regole è fondamentale per l’Amministrazione che ha deciso di mettere in campo tutte le risorse possibili per “fare la guerra ai furbetti”, commenta il sindaco Rino Pruiti.

Il commento del sindaco Pruiti

“Le entrate pubbliche – commentano dal Comune – sono un mezzo per coprire le spese sostenute dell’Ente locale per fornire servizi e svolgere altre importanti funzioni. A Buccinasco, grazie alla qualità del lavoro di recupero dei mancati pagamenti, non solo si assicurano i servizi, ma si mantengono le tariffe e i tributi tra i più bassi del territorio”. “Negli ultimi due anni – spiega il sindaco, che è anche assessore al Bilancio – abbiamo recuperato quasi due milioni di euro di somme non pagate da sanzioni del codice della strada, tributi e servizi comunali o altro: un’attività importante sia perché ci consente di mantenere servizi di alta qualità ed eventualmente prevedere anche riduzioni di alcuni tributi.

A Buccinasco non c’è spazio per chi non rispetta le regole

Sia per il messaggio forte che trasmettiamo a tutta la cittadinanza, alle imprese e agli esercizi commerciali: a Buccinasco non c’è spazio per i furbetti, per chi non rispetta le regole, per chi non paga il dovuto. Numerosi sono stati anche i controlli del Settore Urbanistica che ha sanzionato chi ha effettuato interventi edilizi senza autorizzazione”. “Proprio grazie a queste attività – continua Pruiti – abbiamo la possibilità di mantenere alti standard di qualità dei servizi, destinare ingenti fondi al sociale e alle fragilità, sostenere imprese ed esercizi commerciali. Sono allo studio potenziali agevolazioni fiscali, per esempio sulla Tosap (tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche), che potrebbero essere introdotte con il Bilancio di previsione 2020”.

I dati sulla riscossione

Negli ultimi due anni sono stati eseguiti 8.665 ingiunzioni fiscali e 4.601 pignoramenti presso terzi.

Sono stati inoltre incassati 1.998.623 mila euro, di cui circa 1.200.000 euro da sanzioni non pagate del codice della strada, circa 500 mila euro da tributi, circa 200 mila euro da servizi comunali, circa 100 mila per condanne penali o altro.

Abusi edilizi

Solo nel 2019, fino a oggi, sono stati versati circa 50 mila euro da sanzioni per interventi realizzati senza titolo edilizio. Visti i numerosi controlli degli ultimi mesi si prevede di recuperare entro l’anno 80 mila euro.

Le agevolazioni per gli esercizi commerciali e le imprese:

Tari dimezzata per i bar che compiono la scelta etica di rinunciare a videopoker e slot machine;

pullman gratuito verso la zona industriale;

Imu ridotta per le nuove imprese.

Servizi per le famiglie:

Sostegno alla disabilità, con oltre 750 mila euro per l’assistenza nelle scuole, il progetto di sport inclusivo, il sostegno anche nel periodo estivo;

Piano di diritto allo Studio, del valore di circa 1 milione e 700 mila euro;

reddito di libertà per aiutare le donne a uscire dalla violenza;

assistenza ostetrica domiciliare gratuita e bonus bebè;

servizi per gli anziani, con il Centro Diurno e trasporto per le visite mediche.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente