Giornale dei Navigli > Attualità > Fuochi d’artificio a Corsico: lo spettacolo blindato divide i cittadini
Attualità Corsico -

Fuochi d’artificio a Corsico: lo spettacolo blindato divide i cittadini

Moltissimi hanno applaudito i “fuochi musicali”, lo show pirotecnico accompagnato da ritmi e sinfonie.

fuochi d'artificio

Fuochi d’artificio a Corsico: lo spettacolo blindato divide i cittadini.

Fuochi d’artificio a Corsico: lo spettacolo blindato divide i cittadini

CORSICO – Lo spettacolo pirotecnico blindato divide i corsichesi, ma anche gli abitanti di Buccinasco che hanno assistito dalle loro finestre ai fuochi d’artificio messi in scena ieri sera al parco della Resistenza che divide, appunto, i due territori. Centinaia di persone si sono riunite all’interno del polmone verde (ma anche in altre parti della città) per assistere ai “fuochi musicali”, lo show pirotecnico accompagnato da ritmi e sinfonie.

Il sindaco Errante

Uno spettacolo blindato, si diceva, perché all’ingresso del parco (uno solo, gli altri due sono stati chiusi) il pubblico è dovuto passare sotto il metal detector, “su disposizione del Questore, per ragioni di sicurezza”, aveva spiegato il sindaco Filippo Errante.

Pareri discordanti

Insomma, i fuochi hanno entusiasmato gran parte dei cittadini, rimasti con il naso all’insù, ma altri hanno sollevato critiche, soprattutto perché “per pochi minuti di spettacolo gli animali sono rimasti terrorizzati. Al primo botto assordante, il mio cane dalla paura ha spaccato la rete ed è corso via: abbiamo passato un’ora a cercarlo”, lamenta un abitante. Ma è il pensiero di tanti padroni di cani e gatti: “Basta questa usanza dei fuochi che spaventa i nostri animali. Che divertimento c’è?”. Per altri, invece, il divertimento c’è stato e rispondono che “una volta ogni tanto si può anche sopportare un po’ di disagio”.

Polemica sui costi

Contrari anche coloro che ritengono “troppo onerosa la spesa per lo show. Si parla di circa 7mila euro per realizzare lo spettacolo e bisogna tenere conto anche del personale della sicurezza. Una spesa inutile per una città che sta ridimensionando servizi come l’apertura serale della biblioteca proprio per problemi di budget. Un divertimento di pochi minuti poteva servire a finanziare opere ben più importanti”, dicono i contrari.

Tutto è filato liscio

Ma per il sindaco l’evento è stato un “grande successo. Centinaia e centinaia di persone hanno letteralmente invaso il nostro parco Resistenza. Ringrazio il nostro personale comunale, la protezione civile, l’Associazione Nazionale Carabinieri, la polizia locale e le forze dell’ordine. Tutto si è svolto con il massimo ordine. E grazie a tutti i cittadini che hanno condiviso questo bel momento della nostra Sagra”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente