Giornale dei Navigli > Attualità > Festa associazioni a Buccinasco: un amore vero per la propria città FOTO
Attualità Buccinasco -

Festa associazioni a Buccinasco: un amore vero per la propria città FOTO

Le associazioni di Buccinasco hanno fatto vedere cosa significa stare insieme, fare squadra, avere voglia di fare.

festa associazioni

Festa associazioni a Buccinasco: un amore vero per la propria città

Festa associazioni a Buccinasco: un amore vero per la propria città

BUCCINASCO – Bisogna dire che rispetto a qualche anno fa, la Festa delle Associazioni ha dato il meglio di sé. Il contributo, ca va sans dire, è proprio dei gruppi che animano (e aiutano) Buccinasco e la gente di Buccinasco.

Tante le attività coinvolgenti

Gli scout hanno reso il parco Spina Azzurra sentiero difficile (ma divertente) per giovani esploratori, tra arrampicate e riconoscimento di piante e alberi. Le associazioni sportive sono state brave a coinvolgere bambini e ragazzi, ma anche a spiegare agli adulti cosa significa fare movimento, non solo per i più giovani. Qualcuno (come i ragazzi della Pallanuoto) hanno anche esibito coppe e medaglie, per far vedere che a Buccinasco vivono eccellenze, punte di diamante che fanno bello il territorio.

Le realtà per il primo soccorso

A prendersi cura della salute dei cittadini, due realtà di primo soccorso: la Croce Verde Soccorso, che ha portato i manichini per far vedere come si salvano le vite, e la Croce Rossa, che ha simulato un intervento su un incidente automobilistico.

I gruppi di teatro

Tanto interesse lo hanno suscitato i gruppi di teatro: Messinscena e Artenergia (che regalava poesie, lette ai passanti), entrambi donano cultura (e divertimento) a una Buccinasco che ha deciso di offrire tante occasioni di vivere il territorio e allontanare l’idea squallida di dormitorio. Buccinasco è viva, come la sua gente, le sue associazioni. Quelle che aiutano gli altri, che aiutano i più deboli, che sono al fianco di chi ha bisogno. Ma c’è bisogno anche di musica per vivere: “una vita senza musica è come un corpo senza anima”.

La panchina della musica e la panchina rossa

Lo sostengono i ragazzi di Ape che gestiscono la Scuola civica di musica Alda Merini e che hanno inaugurato con un mini concerto dei talentuosi allievi la panchina della musica. Un progetto partecipato: la base l’ha creata l’artista Francesco Forno, poi ognuno ha lasciato il segno, una nota musicale. Si trova accanto alla panchina rossa contro la violenza sulle donne. Due simboli del parco e di tutta Buccinasco.

Retake all’opera con grandi e piccini

Insomma, ogni realtà ha dato il suo contributo, tutte insieme, legate dalla passione per quello che si fa, ognuno con la propria competenza e il proprio amore per il territorio. Un amore profondo, quello di Retake. Quello degli adulti, certo, bravi a mettersi a disposizione per fare bella la città. Ma soprattutto quella dei bambini (merito dei genitori, va detto) che insegnano fin da piccoli a prendere in mano stracci e pennelli e ad aiutare la città, passando dove chi ha sporcato ha lasciato il segno della propria inciviltà. Il deposito dei pescatori, proprio in mezzo ai due laghetti dello Spina Azzurra, era ricoperto di scritte, tag, sigle spruzzate dalle bombolette. Retake ha preso il giallo, il rosso, i solventi, i pennelli, i rulli e le scale. Ha preso la voglia di stare tre ore sotto il sole più caldo per restituire alla città (e ai pescatori) il deposito bello pulito e ridipinto. C’erano i bambini, e non si chiedevano perché dovevano ripulire qualcosa che non avevano sporcato loro, abituati a rimettere a posto la stanza come punizione, ma lavoravano tra le risate e la voglia di fare qualcosa di buono per gli altri. Contenti di aver passato un’intera mattina con i pennelli in mano. Perché Retake è soprattutto questo: educazione al civismo. E se qualcuno risporca? “Ripuliamo”, rispondono in coro i piccoli. Hanno già capito come funziona. La gente si ferma, passa accanto a quella squadra con la maglietta rosa: “Bravi. Grazie”. I passanti ringraziano, perché sanno che a questi volontari non va nulla in tasca, anzi. Perché la prossima volta magari (si spera) ci saranno anche loro con il rullo in mano. Retake aperta a tutti: adulti, bambini, ragazzi. Gente che ha voglia di darsi da fare. Guanti, spugne e pennelli ci sono per tutti. Le associazioni di Buccinasco hanno fatto vedere cosa significa stare insieme, fare squadra, avere voglia di fare. E di dimostrare un amore vero, sincero, enorme per la propria città.

Francesca Grillo

Sfoglia la gallery:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente