Giornale dei Navigli > Attualità > Emporio della solidarietà di Cesano: oggi raccolta alimentare
Attualità Cesano Boscone Trezzano -

Emporio della solidarietà di Cesano: oggi raccolta alimentare

I volontari dell’Emporio saranno davanti a tre grandi supermercati: il Simply di via Pasubio, l’Auchan a Trezzano e l’Auchan City a Cesano.

raccolta alimenti

Emporio della solidarietà di Cesano: oggi raccolta alimentare.

Emporio della solidarietà di Cesano: oggi raccolta alimentare

CESANO BOSCONE – Ci sono due modi per entrare all’Emporio della Solidarietà di Cesano. Il primo, è con la tessera che la Caritas (anche su suggerimento dei servizi sociali del Comune) consegna per poter fare la spesa. Sono circa 80 euro al mese, da spendere con un calcolo dei punti che sono assegnati a ogni prodotto. All’Emporio, non serve dirlo, ci va chi non riesce ad arrivare a fine mese, neanche per mettere in tavola il pane ogni giorno.

Ma l’idea di questo posto rispetta la dignità umana.

Non è il classico pacco che viene consegnato alle famiglie (e grazie al cielo, comunque, che esistono anche queste realtà), ma un vero supermercatino di quartiere con gli scaffali pieni di prodotti, solo che i prezzi sono dimezzati. Si gira con il carrello, si fa la spesa, si mettono i prodotti sul nastro in cassa e si paga, con la tessera. Insomma, anche chi vive situazioni di disagio qui riesce a vivere la spesa come se non fosse carità. Si diceva di due modi per entrare. L’altro, è quello che spetta ai fortunati che spesso si dimenticano di esserlo.

Entrare all’Emporio si può, ma per portare qualcosa.

Donare cibo. Ogni anno vengono organizzate raccolte speciali di formaggio Grana, riso, olio di semi e di oliva, scatolame e prodotti a lunga conservazione. Oggi, i volontari che si mettono a disposizione per aiutare l’Emporio, saranno davanti a tre grandi supermercati: il Simply di via Pasubio, l’Auchan di via Colombo a Trezzano sul Naviglio e l’Auchan City di via Don Sturzo a Cesano. Anche solo un sacchetto può fare la differenza per le oltre mille famiglie che l’Emporio aiuta ogni anno, mettendo a disposizione 720mila confezioni di cibo. Sembra tanto, ma non lo è. La povertà è in crescita. Donare è diventata un’urgenza di vivere.

Francesca Grillo

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente